I singoli del 19/01/2024: Idles, Enter Shikari, Oakman & more

Idles by Tom Ham
Photo by Tom Ham

 

Terzo singolo per gli Idles dal prossimo album Tangk questo Gift Horse, che torna ad alzare i ritmi dopo un brano un filo troppo compassato come il precedente Grace. Le sonorità post-punk che hanno reso celebre il gruppo di Bristol sono evidenti, anche se l’approccio è più olistico e complesso che sui primi dischi; in ogni caso, la componente art rock che si era sentita su Crawler appare molto più smorzata su queste nuove tracce. A fine traccia occhio a quel “fuck the king” che detto da una band inglese fa sempre un certo effetto.

Ricordiamo che gli Idles saranno in Italia il 5 marzo all’Alcatraz di Milano per un concerto già sold out, e poi di nuovo in estate allo Sherwood Festival di Padova il 23 giugno (info) e al Flowers Festival di Collegno (TO) il 29 giugno (info).

Estremamente ripetitivo il nuovo singolo degli Enter Shikari Losing My Grip, che vede il featuring pesante di Jason Aalon Butler dei Fever 333. La combinazione non dà risultati troppo degni di nota, con un brano tra elettronica e post-hardcore che non entra in testa e finisce solo con il confermare le spiacevoli sensazioni date dalla band sul suo ultimo disco A Kiss for the Whole World. || Per una band che delude, ce n’è invece un’altra che viene dagli antipodi -dall’Australia per la precisione- e raddoppia quanto di buono fatto sentire sull’ultimo EP Careless Kind. Sono gli Yours Truly, che sul nuovo singolo Call My Name mettono in mostra influenze maggiormente vicine al mondo post-hardcore/metalcore che al pop punk degli esordi, e un cantato notevolmente migliorato da parte della leader Mikaila Delgado.

Terzo nuovo singolo per gli Oakman, che in occasione dell’uscita di questo Proper Attitude hanno promesso “il più grande annuncio della nostra carriera”. In attesa di scoprire fra poche ore di cosa si tratti, ipotizziamo possa essere il lancio del loro primo album full length dopo l’EP SCP che abbiamo adorato. Il nuovo brano è un pezzo pop rock tranquillo che ricorda molto lo stile dell’ultimo album dei Paramore sia musicalmente sia per il modo di cantare. Forse ci sarebbe piaciuto un ritornello un filo più trascinante o memorabile. || Maggie Lindemann pubblica invece un singolo intitolato Hostage, che è curioso perché qualche anno fa la stessa artista aveva caricato su YouTube una cover di un brano omonimo di Billie Eilish. La nuova Hostage non è una cover ma un brano a sé stante. Se l’ultimo disco di Maggie si divideva fra brani alternative metal alla Evanescence e altri più pop punk in stile Machine Gun Kelly, questo sembra orientarsi più sulla prima direzione ma con strofe più leggerine ed elettroniche e un maggior uso del synth nel ritornello. Niente affatto male in ogni caso.

Tornano a quasi tre anni di distanza dal bell’album d’esordio Everysinglelittlebit i Good Sleepy. Il loro nuovo singolo Off Center ha una copertina che fa molto Brand New -e ci sta, per una band emo che nell’ultimo disco ci ricordava tantissimo i Moose Blood oltre che i Tiny Moving Parts. La canzone è più urlata e meno whiny nel cantato, e toglie buona parte delle chitarrine piru piru; la sensazione è che non sia troppo catchy, e questo è un punto a suo sfavore, però la band continua a piacerci e anche Off Center non è affatto una brutta prova.


Segui e ascolta la nostra playlist Track of the Day su Spotify, con tutte le migliori tracce uscite nelle ultime settimane!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *