Gli Yellowcard stanno tramando qualcosa

Yellowcard reunion teaser

Nel più inaspettato degli sviluppi, pare che stia succedendo qualcosa in casa Yellowcard. La band si era sciolta nell’ormai lontanissimo 2017, dopo un ultimo album self-titled uscito l’anno prima e un lungo tour mondiale d’addio, e da allora i vari membri avevano intrapreso strade diverse senza più nemmeno accennare a potenziali reunion degli Yellowcard.

Ryan Key ha dato il via a un progetto solista con tre EP all’attivo (l’ultimo dei quali, Everything Except Desire, uscito a febbraio su Equal Vision), oltre a creare un side project insieme al chitarrista Ryan Mendez chiamato Jedha e basato sulla saga di Star Wars. Il bassista Josh Portman ha continuato a suonare occasionalmente con il suo progetto di cover hair metal Great White Lion Snake, mentre il violinista Sean Mackin sembrava essersi ritirato definitivamente a vita privata dedicandosi al golf e alla famiglia con figli.

Ieri tutti e quattro i membri della band hanno postato la stessa immagine: la foto di un oceano al tramonto con la scritta “nine twenty two”, peraltro nello stesso font usato per gli ultimi due dischi.

È chiaro che gli Yellowcard ci stanno dicendo che a breve arriverà l’annuncio di qualcosa. Qualcuno sul web dice che vista la ritrovata popolarità mainstream del genere pop punk, anche la band abbia pensato di rispolverare gli strumenti e provare a passare di nuovo all’incasso, magari con qualche tour commemorativo o anche della nuova musica. Possibile anche che si tratti di qualcosa legato a Ocean Avenue, visto che l’album di gran lunga più popolare della band era uscito proprio nel 2003, quindi con il ventennale in arrivo -del resto, l’oceano nell’immagine condivisa dai membri del gruppo fa pensare che non si tratti di un’ipotesi campata per aria.

I fan più attenti hanno anche notato che recentemente Ryan Key e Sean Mackin hanno ricominciato a seguirsi su Twitter e su Instagram -le voci dicono che i due avessero litigato, forse anche a causa del fatto che lo scioglimento degli Yellowcard nel 2017 era stato verosimilmente causato dalla scelta di Mackin di dedicarsi alla famiglia e smettere di fare il musicista in tour a tempo pieno.

C’è infine la data: “nove ventidue” fa pensare che qualcosa debba succedere a settembre di quest’anno, ma visto che mancano ancora quattro mesi non è improbabile che la band ci faccia sapere qualche dettaglio in più già prima di allora.

Nel dubbio, vi lasciamo i profili Twitter e Instagram della band da tenere d’occhio nei prossimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.