Giungla, Melody Fall, Monday Proof: le recensioni dei singoli italiani

Giungla
Foto di Tom Porter
Giungla – Distance

Il suo precedente singolo -nonché prima anticipazione di un disco di prossima uscita- Limited Edition non ci aveva convinti troppo anche a causa di un discreto cambio di sonorità; Giungla ci regala ora un secondo brano intitolato Distance, in cui ripercorre in parte i passi compiuti sugli scorsi lavori. Il brano ha movenze più rock e maggiormente suonate, oscillando fra strofe quasi minimali e un ritornello che sicuramente non è catchy ma dove subentra un’intensità sonora che ruba la scena.

Gabylo – Guerriglia multimediale

Ancora un nuovo brano per il prolifico Gabylo, che quest’anno ci ha già regalato un album (Vivi la vita) e un singolo (L’amore malato). Il suo nuovo singolo si intitola Guerriglia multimediale, e a dispetto del titolo bellicoso è un dolce e delicato brano essenzialmente acustico. Gabylo fa un pop che si mischia con la musica leggera e la canzone d’autore, ma con un cantato accessibile e un pizzico di ironia nel testo che non guasta mai.

Melody Fall – Loser solo per te

Dopo Byebye! e Liar da paura, i Melody Fall proseguono con la loro serie di brani in italiano con parecchi inserti in inglese con la nuova Loser solo per te. Musicalmente il pezzo è un brano abbastanza classico come siamo abituati a sentire da quasi vent’anni a questa parte dal gruppo torinese, quindi un pop punk melodico, leggero e molto orecchiabile; il testo, tra “bitch”, “pare”, “droga e pillole”, pare un po’ una rivisitazione di un brano medio della Sad in chiave prettamente pop punk, e sinceramente ci sembra un tantino too much, per restare sull’inglese. Sicuramente il fatto di capire al volo le parole non viene in soccorso dei Melody Fall, perché se il brano fosse stato in inglese ne staremmo probabilmente parlando come di un ottimo pezzo pop punk.

Monday Proof – Standout Weirdo

Primo singolo del 2024 per i Monday Proof, che sono attualmente al lavoro su un nuovo album che faccia da followup a Not to Sleep, Not to Die del 2022. Standout Weirdo è un brano di puro pop punk che comincia con un bel riff di chitarra old school e prosegue con un ritornello davvero catchy. L’energia c’è, le melodie anche, l’inglese è buono per essere una band italiana (di Venezia per la precisione) -e, aggiungeremmo, che bello sentire una band italiana che canta in inglese per una volta!

Posh – Stoned

Era da un po’ di tempo che non avevamo notizie dei Posh. La band aveva pubblicato il suo disco Port out Starboard Home a inizio 2022, e ora si ripresenta con un nuovo singolo, intitolato Stoned, che è per ora un pezzo a sé stante ma che, chissà, magari in futuro diventerà parte di un progetto più ampio. Come si può intuire dal titolo, la canzone parla di droghe e del desiderio di uscirne per riprendere il controllo della propria vita, e sviluppa questo concetto con un sound alternative rock abbastanza tranquillo nelle proprie movenze ma allo stesso tempo accattivante, e un ritornello che il merito di essere “catchy” (almeno nel senso alternative rock del termine).

Sümelga – La ballata del bradipo tridattilo

Nuovo prodotto della catena di produzione seriale dei Sümelga, La ballata del bradipo tridattilo prende il nome dall’omonimo animale che abita nelle foreste dell’America Centrale e Meridionale, e questo ha dell’ironia perché la canzone è un pezzo allegro e frizzantino mentre il bradipo, insomma, si dice “lento come un bradipo” mica per niente. Bella l’interpretazione di Matteo Loda, e simpatico pure il testo che inanella volutamente una ridda di termini aulici creando una sorta di effetto nonsense di fondo.

Testarossa – Ossa rotte

Dopo Notte fonda uscito a marzo, arriva un secondo singolo in questo 2024 per Testarossa, un pezzo intitolato Ossa rotte che è, nelle parole dell’artista, “destinato a chi ancora si perde davanti alla bellezza”. L’artista di Latina fa una canzone synthpop piuttosto upbeat, caratterizzata da un bel cantato leggero e fresco e un ritornello piuttosto catchy. Il brano è perfetto per la stagione estiva, con il suo sound arioso e ricco di synth, e ci ricorda vagamente lo stile dei Regata che a noi continuano a mancare molto.


Segui la nostra playlist Italian Selection su Spotify, con la nostra selezione delle canzoni più interessanti uscite in Italia negli ultimi mesi!

Per leggere le precedenti recensioni dei singoli italiani clicca qui.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *