C’è una nuova canzone dei My Chemical Romance e si chiama The Foundations of Decay

My Chemical Romance 2022

Completamente a sorpresa, i My Chemical Romance hanno pubblicato una nuova canzone intitolata The Foundations of Decay. È il primo brano inedito che la band fa uscire dal lontanissimo 2014, quando ci aveva regalato Fake Your Death all’interno della compilation d’addio May Death Never Stop You.

E in effetti i My Chem avevano davvero finto la propria morte, vista la grande reunion annunciata a fine 2019, con qualche concerto a Los Angeles e un tour mondiale poi doppiamente posticipato a causa del covid (c’è anche una data in Italia, il 4 giugno a Bologna: è quella che costa meno in tutta Europa ed è una delle pochissime non sold out se volete ancora prendere il vostro biglietto).

Non si era però realmente parlato di nuova musica, o quantomeno, il leader del gruppo Gerard Way aveva dichiarato di avere alcune nuove canzoni in corso di scrittura, ma non si pensava certo che la band avrebbe pubblicato nuove tracce tanto presto.

The Foundations of Decay è un brano di ben sei minuti, progressivo e articolato e soprattutto molto tirato, un po’ come erano i vecchi pezzi dei My Chemical Romance; ricorda un pochino la stupenda Demolition Lovers, dal primissimo album del 2002, sia per le strofe più quiete sia per l’andamento che va a pestare sempre più duro man mano che avanza la canzone.

Dopo un disco come Danger Days, che era stato l’ultimo album vero e proprio pubblicato dai My Chemical Romance, forse tutto ci si poteva aspettare meno che una nuova canzone così scura e aggressiva. Ma è senz’altro un bene, perché -parere del tutto personale- i migliori MCR sono stati quelli dei primi tre dischi. Non sappiamo se la band ha in cantiere qualche uscita più sostanziosa (un album o anche solo un EP), ma speriamo davvero tantissimo che The Foundations of Decay sia un’indicazione di quello che può venire.

Piccola nota tecnica per i più nerd: la band è ancora sotto contratto con Reprise Records, l’etichetta che ha pubblicato tutti i dischi da Three Cheers in poi, e il brano è stato prodotto da Gerard Way e Ray Toro della band, e Doug McKean che ha già lavorato alle varie uscite da solista di Gerard.

Qui sotto il visualiser ufficiale, cupo come la canzone stessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.