GROOVE ON: Helicopter Leaves, Beatrix, Victoria Ryder & more

Helicopter Leaves

Helicopter Leaves – Even Eat the Mimosa Tree

Helicopter Leaves è lo pseudonimo sotto cui si cela Anthony Franco Vaccaro, noto anche come chitarrista (e precedentemente bassista) dei Beach Bunny. La sua nuova canzone ha un titolo bizzarro: Even Eat the Mimosa Tree. È un pezzo rock alternativo con vibe molto ’90s, immaginatevi gli Weezer sotto tranquillanti. Il ritornello ci piace molto perché è orecchiabile e catchy, e a noi piacciono i ritornelli che restano in testa facilmente e che ti prendono fin dal primo ascolto.

Beatrix – Vertigo

Il nome d’arte scelto ci sembra un po’ infelice perché è piuttosto complicato riuscire a recuperarlo su Google o sui social, però Beatrix merita invece, perché la sua musica è fatta parecchio bene. Il suo è un pop rock tranquillo ma capace di sfoderare belle chitarre californiane pur su un cantato più tendente all’indie. Il modo di cantare ci sembra una via di mezzo fra Rivers Cuomo al femminile e Lucy Dacus; il brano ondeggia fra momenti più riflessivi e schitarrate allegre. Un pezzo davvero bello sotto ogni aspetto.

Victoria Ryder – Enticing Eyes

Ha una voce misteriosa e suadente Victoria Ryder, e sul suo nuovo brano Enticing Eyes la mette a frutto appieno. La canzone è lenta, maestosa nel proprio incedere e piuttosto semplice nell’arrangiamento, con una batteria elettronica a tenere il ritmo e un effetto archi a costituire l’intera ossatura sonora della canzone, sulla quale si innesta il cantato decadente, crepuscolare e pure vagamente lamentoso di Victoria. Un ottimo pezzo sotto ogni punto di vista.

Close to Monday – Stranger

Un elettronica minimale è quella che propongono i Close to Monday sul loro nuovo singolo Stranger. Il brano è basato principalmente su un beat semplice e su un sintetizzatore che dapprima mette in fila pochi suoni ipnotici, e poi alza un pochino i giri creando effetti con i bassi e con i loop. Il testo stesso è piuttosto ripetitivo, contribuendo alla sensazione di rapimento che la canzone riesce a creare.

Vinyl Floor – Anything You Want

Ritroviamo i Vinyl Floor, già conosciuti con il brano Pretty Predictable dal loro album Funhouse Mirror. La band presenta un buon pezzo pop rock dal ritmo upbeat e dalle sonorità estive, con un prezioso featuring di Rob Stoner al basso, ex musicista nientepopodimenoché di Bob Dylan. Il testo è forse un pochino ripetitivo, ma lo possiamo perdonare al gruppo danese.


Tutti gli episodi di Groove On sono disponibili a questo link.

I brani di cui parliamo sono raccolti nella playlist Get Your Groove On, che puoi ascoltare qui!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *