The Winter Passing – New Ways of Living, traduzione

The Winter Passing: New Ways of Living, traduzione

The Winter Passing New Ways of Living Traduzione del secondo album dei The Winter Passing, uscito nel 2020 per Big Scary Monsters e Counter Intuitive Records.

  1. Ghost Thing

Cosa fantasma*

 

Tutti i fantasmi nella stanza

Tutta la paura e i dubbi

Li ho lasciati accumulare senza mai dire una parola

Sono l’ombra di me stesso

È un impianto rotto dove deve stare

Ho dei guai in testa e non riesco nemmeno a star seduto tranquillo

 

Se non riesco a perdonare, è tutto inutile, è tutto inutile

Se non riesco a perdonare, è tutto inutile, è tutto inutile

 

Perché non puoi dire che non ti sta bene?

Probabilmente io ero nel mio mondo

E tu per tutto il tempo eri al mio fianco

Ma tu giuri che io c’ero

 

Fanculo, parliamoci chiaro

Se ho qualcosa da dire, lo dico in ogni caso

Sono l’ombra di me stesso

È un impianto rotto dove deve stare

Ho dei guai in testa e non riesco nemmeno a star seduto tranquillo

Non ci sono mai riuscito comunque

 

Perché non puoi dire che non ti sta bene?

Probabilmente io ero nel mio mondo

E tu per tutto il tempo eri al mio fianco

Ma tu giuri che io c’ero

Non riesco a credere a niente e nessuno

Cos’ho che non va?

Questo non è il ragazzo che conoscevo

Ma tu mi leggi dentro

 

Ogni cosa a cui abbia voluto bene resterà sul fondo di un bicchiere se non riesco a dimenticare il passato

Ogni cosa a cui abbia voluto bene resterà sul fondo di un bicchiere se non riesco a dimenticare il passato

 

Perché non puoi dire che non ti sta bene?

Probabilmente io ero nel mio mondo

E tu per tutto il tempo eri al mio fianco

Ma tu giuri che io c’ero

Non riesco a credere a niente e nessuno

Cos’ho che non va?

Questo non è il ragazzo che conoscevo

Ma tu mi leggi dentro

 

 

* Verosimilmente anche un richiamo alla parola e al concetto del “ghosting”.

 

 

 

  1. The Street and the Stranger

La strada e l’estraneo

 

Sto qui seduta col mio cane

E penso al fatto che non mi sento al sicuro in nessun altro posto

Le chiavi tra le dita di sera

Una lezione imparata a cinque anni

E non potete dire che capite come ci sentiamo

 

Dimmi che stai bene, ma certo che ci tengo

È che mi sento, mi sento, mi sento spaventato

Sento tantissime cose ultimamente

Dimmi che ti va bene, ti va bene, ti va bene il cambiamento

Devi solo aprire gli occhi

 

Tutti quanti che tramano intrighi e complotti

Dei posti dove andare li hanno

Ce l’hanno tutti con me

Mi sa che non ce la faccio più

 

Spero che Frank sappia che ci tengo ancora a lui

E spero che la mia famiglia sappia ancora che ci provo

E spero che la società pensi bene di me

Perché Dio non voglia che arrivi il giorno che la pensano diversamente

Dio non voglia quel giorno, Dio non voglia quel giorno, Dio non voglia quel giorno

Dio non voglia quel giorno, Dio non voglia quel giorno, Dio non voglia quel giorno

 

Dimmi che stai bene, ma certo che ci tengo

È che mi sento, mi sento, mi sento spaventato

Sento tantissime cose ultimamente

Dimmi che ti va bene, ti va bene, ti va bene il cambiamento

Devi solo, devi solo aprire gli occhi

 

Io non ci credo nel mondo perfetto che vai cercando

Io non ci credo

Io non ci credo nel mondo perfetto che vai cercando

Perché io lì non esisto

 

 

 

  1. Melt

Sciogliere

 

Sento voci nella testa che mi parlano di errori del passato

Ma è sempre la stessa storia

Mi sono imposta di stare zitta

Perché tendo a dire troppo

Tendo a fare dei veri pasticci

È facile dimenticarti di come sei esattamente finché non parli

 

Non c’è una scappatoia

Semmai stavo facendo conversazione giusto per essere gentile

Non ho niente da dire, se non che mi annoi a morte

Incredibile che sono ancora qua

Dovevo prendere e andarmene

Credimi

 

Mi fisso su tutti i miei problemi

Mi fisso su tutti i miei problemi

“Non sono l’unica”

Continuo a ripetermi quando non riesco a dormire la notte

O a guardare qualcun altro negli occhi

Mi sento smarrita

È facile dimenticarti di come sei esattamente finché non parli

 

Non c’è una scappatoia

Semmai stavo facendo conversazione giusto per essere gentile

Non ho niente da dire, se non che mi annoi a morte

Incredibile che sono ancora qua

Dovevo prendere e andarmene

Credimi

 

Quand’è che abbiamo parlato l’ultima volta?

Mi sa che era ottobre scorso

Mi ricordo che dicevi che se non stavo attento, un giorno rischiavo di arrivare dove volevo

Pensavo che stessi scherzando

Eh, e aspettavo che ti mettessi a ridere

Se ti porti addosso il peso delle cose che odi, rischi di annegare nella vasca

Mi viene difficile sentir dire la verità

Ho rubato cose che non potevo usare

Ho dato l’anima in pegno e il suo valore l’ho speso a bere

Mi viene difficile sentir dire la verità

Per cui cambio la pelle che mi ero fatto da giovane

E do il benvenuto all’ultima notte d’inverno

 

Non ho mai avuto modo di dire qualcosa

Non ho mai avuto modo

Tu come sei?

Non ho mai avuto modo di dire qualcosa

Non ho mai avuto modo

Tu come sei?

Non ho mai avuto modo di dire qualcosa

Non ho mai avuto modo

Tu come sei?

Non ho mai avuto modo di dire qualcosa

Non ho mai avuto modo

Tu come sei?

 

 

 

  1. New York

New York

 

Grande abbastanza e con tutta la saggezza della mia età

Eppure tengo i pugni stretti nelle tasche

Dubito delle parole sagge

Cerco di stare in equilibrio tra il buonsenso e la logica

 

Ultimamente faccio un sogno stranissimo

In cui mi schianto con la macchina e non sono mai venuto a sapere

 

Tutto quello che hai chiesto

Tutto quello che hai detto

Tutto quello che hai desiderato

Invece resisto abbastanza da guardare che ti allontani

 

Cerco di scoprire il significato

Cerco di trasformarlo in oro

Sono stanca di rimuginarci sopra

Dovrebbe essere tutta energia

Dovrebbe essere tutta energia

 

Ultimamente mi pongo la domanda

Ma questo è il passato o è il presente?

 

Tutto quello che hai chiesto

Tutto quello che hai detto

Tutto quello che hai desiderato

Stufa di dubitare di me stessa e poi pentirmene

Tutto quello che hai chiesto

Tutto quello che hai detto

Tutto quello che hai desiderato

Invece resisto abbastanza da guardare che ti allontani

 

Sono più grande ora, sono più grande ora

Sono più vicina ora, sono più vicina ora

Sono più grande ora, sono più grande ora

Sono più vicina ora, sono più vicina ora

 

Tutto quello che hai chiesto

Tutto quello che hai detto

Tutto quello che hai desiderato

Stufa di dubitare di me stessa e poi pentirmene

Tutto quello che hai chiesto

Tutto quello che hai detto

Tutto quello che hai desiderato

Invece resisto abbastanza da guardare che ti allontani

 

 

 

  1. Crybaby

Piagnucolone

 

Per favore, non piangere

Non piacciono a nessuno i piagnucoloni

 

Puoi disegnare qualcosa su un muro se vuoi

Ma sono stanca di fare sempre ‘sti giochetti

E altra cosa:

I tuoi amici possono dire quello che gli pare su di me

Possono dire tutto quello che gli pare

Bla, bla, bla

Io so chi sono i miei amici

Ce li ho tutti al mio fianco

Si contano sulle dita delle mani

Si contano sulle dita delle mani

Non puoi correre a nasconderti per sempre

Lo sappiamo tutti che bisogna andare a incontrare il creatore

La paura più grande di tutte è la paura di non sapere cosa viene dopo

 

È inutile costruire castelli per strada

Se li costruisci con mura sottili come un foglio di carta

 

Mi sta smascherando come se non avessi nessuna chance

Pensano che abbaio tanto ma che non mordo

Ho passato la vita intera pensando al viaggio che era alle porte

Per cui se io sono un serpente

 

Per favore, non piangere

Non piacciono a nessuno i piagnucoloni

 

Mentre si piazzano sui loro piedistalli a distribuire sentenze agli sciocchi

Continuando a girare e rigirare sulle stesse cose

Non riesco ad andare avanti così

A nascondermi in una circostanza che non posso evitare

Non sei un santo, non sei uno studioso

Ma ti congratuli comunque con te stesso

 

Mi sta smascherando come se non avessi nessuna chance

Pensano che abbaio tanto ma che non mordo

Ho passato la vita intera pensando al viaggio che era alle porte

Per cui se io sono un serpente, tu sei un ratto

 

Tu scorri come un torrente o un fiume, in qualunque direzione vada

Tu scorri come un torrente o un fiume, in qualunque direzione vada

 

Per favore, non piangere

Non piacciono a nessuno i piagnucoloni

Per favore, non piangere

Non piacciono a nessuno i piagnucoloni

Per favore, non piangere

Non piacciono a nessuno i piagnucoloni

Per favore, non piangere

Non piacciono a nessuno i piagnucoloni

Per favore, non piangere

Non piacciono a nessuno i piagnucoloni

Per favore, non piangere

Non piacciono a nessuno i piagnucoloni

Per favore, non piangere

Non piacciono a nessuno i piagnucoloni

Per favore, non piangere

Non piacciono a nessuno i piagnucoloni

Per favore, non piangere

Non piacciono a nessuno i piagnucoloni

 

 

 

  1. Greetings from Tipperary

Saluti dal Tipperary

 

Stavamo cantando “piove sempre, pure d’estate”

Abbiamo smezzato una sigaretta

E tu ti sei girato e mi hai chiesto dove mi vedevo nel giro di un anno

Ho detto “da qualsiasi altra parte, da qualsiasi parte tranne che qua”

 

In sospeso, se riuscissi a descriverlo

La testa che scoppia per la paura

Impossibile da nascondere

Ormai lo so che dovrei evitare

Posso prendermela solo con me stesso

Ma certo, sei tu che ti conosci

Non è la prima volta

Non è la prima volta

 

Mi ero promesso di non fare questa fine

Ho una paura tremenda a vedermi

Riflettere è una cosa difficile da affrontare

Ogni tanto devi porti la domanda:

Come la risolvo adesso?

 

In sospeso, se riuscissi a descriverlo

La testa che scoppia per la paura

Impossibile da nascondere

Ormai lo so che dovrei evitare

Me la posso prendere solo con me stesso

Ma certo, sei tu che ti conosci

Non è la prima volta

Non sarà l’ultima volta

 

 

 

  1. Resist

Opporsi

 

Mi sono svegliata tremando dalla notte precedente

La scena in cui corro e cerco di raggiungerti, ma tu te ne sei andato

E so che è a causa di come mi comporto quando sono giù di morale

Capisco perché tu te la possa prendere con me

 

Agitata, se riuscissi a spiegarlo

Non riesco a togliermi il pensiero di te che te ne vai

Hai ragione, dovremmo già esserci arrivati

Passo più tempo a chiedere scusa

Devo farti sapere

Siamo noi due

Tu sei tutto

 

Tu sei sempre rimasto nell’angolino dove mi rintanavo

Sempre lì ma senza mai giudicarmi

Io intanto sguazzo nella mia insicurezza

È sempre questo periodo dell’anno

Appena prima che si tirino indietro le lancette

Sono forte mentalmente ma ho il cuore fragile

Quando mi perdo nei miei pensieri tu mi fai vedere chiaro

Preferirei essere a casa con te che cercare di raggiungere il sole

 

Agitata, se riuscissi a spiegarlo

Non riesco a togliermi il pensiero di te che te ne vai

Hai ragione, dovremmo già esserci arrivati

Ma passo più tempo a chiedere scusa

Devo farti sapere

Siamo noi due

Tu sei tutto

 

Sei tu, solo tu

Ogni volta che ci penso

Sei tu, solo tu

Ogni volta che ci penso

Ogni volta che ci penso

Ogni volta che ci penso

 

Agitata, se riuscissi a spiegarlo

Non riesco a togliermi il pensiero di te che te ne vai

Hai ragione, dovremmo già esserci arrivati

Ma passo più tempo a chiedere scusa

Devo farti sapere

Siamo noi due

Tu sei tutto

 

 

 

  1. Something to Come Home To

Qualcosa per cui tornare a casa

 

Serve un paese per farti stare al sicuro

Servi solo tu per non farmi impazzire

Tu mi hai strappato la benda dagli occhi

Mi hai fatto vedere il buono che c’è in tutte le cicatrici che mi sono venute

Il dolore c’è davvero e va bene così

Non c’è da andare a nascondersi

Quelle cose me le sono portate addosso ogni giorno

 

Non ho mai avuto qualcosa per cui tornare a casa

Non ho mai avuto qualcosa per cui tornare a casa

Non ho mai avuto qualcosa per cui tornare a casa

Finché non ho trovato te

 

Anni che ho guardato dal davanzale di una finestra

Ora tu aspetti, sei la mia spilla da balia

Ma eccomi qua, persa di nuovo tra la gente sotto luci fluorescenti

Il loro scintillio non risplende

Con pensieri a senso unico e applausi

Giurano dedizione alla causa

Ma non sono sicuri dei propri passi

Chi è che striscia e chi è che si avvicina?

 

Non ho mai avuto qualcosa per cui tornare a casa

Non ho mai avuto qualcosa per cui tornare a casa

Non ho mai avuto qualcosa per cui tornare a casa

Finché non ho trovato

Mi sono sempre sentita come un’estranea qui

Mi sono sempre sentita come un’estranea qui

Mi sono sempre sentita come un’estranea qui

Finché non ho trovato

Finché non ho trovato te

 

Non ho mai avuto qualcosa per cui tornare a casa

Non ho mai avuto qualcosa per cui tornare a casa

Non ho mai avuto qualcosa per cui tornare a casa

Finché non ho trovato

 

 

 

  1. I Want You

Ti voglio

 

La mia è una lettera di scuse formali scritta con sincerità

Non riesco a credere a quello che ho fatto

Non mi smettono di tremare le mani

Perché so che tu ci stai soffrendo

Avevo giurato di proteggerti dal primo giorno

 

Ti voglio far sapere che ti amerò sempre

Ti voglio

 

Nel frattempo parleremo di cose banali

L’aria sarà secca

Sarò circondata dal rumore bianco

Sarò di secondaria importanza

Mi immaginerò infine come potrebbe essere la vita senza di te

 

Ti voglio far sapere che ti amerò sempre

Ti voglio

 

Ci vedremo quando si rischiariranno le cose

E lascio alle foglie il compito di farmi sapere che la vita sta cambiando

 

 

 

  1. Mind Yourself

Prenditi cura di te

 

Mi è scivolato via un altro anno

Abbandono la mia gioia

Mi è scivolato via un altro anno

Sono il peggior nemico di me stessa

 

Ho paura che le cose di cui ho bisogno non le avrò mai

Non starò mai meglio e resterò sempre così

Mi sembra di andare dalla parte opposta

Non sapevo che la vita fosse una gara

Cerca di evitare di avermi tra i piedi

 

Non mi deludere

Devo credere che non lo farai

Non mi lasciare qui

Fidati di me, non è colpa tua

Me la prendo io la responsabilità

Non mi deludere

Mi hai chiamato per nome, ma io me ne sono andato

Ti prego, prenditi cura di te

Ho rinunciato a te tanto tempo fa

 

Perdo sempre tempo a preoccuparmi del tempo

Non posso cancellare quello che mi si è disegnato dentro la pelle

È tutto vero

Per quanto corro veloce, non mi allontano mai

Perdo sempre tempo a preoccuparmi che perdo tempo

 

Dite alla me da piccola che andrà tutto bene col tempo

Non funzionerà proprio tutto

Ma quantomeno può sfoggiare un sorriso, è libera

Dite alla me da piccola che i suoi pensieri erano validi

Partendo proprio dalle basi è arrivata fin qua

Ora può perdonare

 

Non mi deludere

Devo credere che non lo farai

Non mi lasciare qui

Fidati di me, non è colpa tua

Me la prendo io la responsabilità

Non mi deludere

Non posso lasciarti andare via, via alla deriva

Ti prego, prenditi cura di te

Posso solo dire che farò del mio meglio


Segui i The Winter Passing su Spotify.

Scopri tutte le nostre traduzioni a questa pagina! Le traduzioni degli altri album dei The Winter Passing sono disponibili qui.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.