Driver Friendly – Unimagined Bridges, traduzione

Driver Friendly: Unimagined Bridges, traduzione

Driver Friendly Unimagined Bridges Traduzione del quarto album dei Driver Friendly, uscito nel 2014 per Hopeless Records.

  1. The Game (This Won’t Hurt)

Il gioco (Non sentirai male)

 

L’unica cosa che ho sempre desiderato è di entrare nella conversazione

Di sapere che qualcuno sta ascoltando le parole che dico, in qualsiasi posto

La distanza che ci separa ci terrà uniti

La distanza che ci separa ci terrà uniti

Il tempo non rimarrà, il tempo non può rimanere fermo per sempre

Il gioco non finisce mai, il ponte si allunga sempre

Il gioco non finisce mai

Il gioco non finisce mai, il ponte si allunga sempre

Il gioco non finisce mai

 

 

 

  1. Everything Gold

Ogni cosa dorata

 

Mi sono perso tornando a casa

Volevo fare delle strade secondarie

Tremando di paura, coi brividi dal freddo

Mi sono stancato di sentirmi protetto e di parlare adagio

Ogni passo l’ho fatto danzante ed esitante

Ogni cosa è dorata, e ogni cosa è andata

 

Tendere una mano è come fare una promessa aperta

Non bastano le parole a restare sinceri

Crederci e smettere di crederci

Sfumano dentro di me

 

Adesso non c’è più niente che mi trattenga

Le metto tutte in fila

Che occupino bene tutto lo spazio

Inspiro, espiro

Inspiro, espiro

Guardo che cadono giù

Appoggio le orecchie a terra per seguire il suono

Ma fa lo stesso rumore, fa sempre lo stesso rumore

Ogni cosa è dorata, e ogni cosa è andata

 

Tendere una mano è come fare una promessa aperta

Non bastano le parole a restare sinceri

Crederci e smettere di crederci

Sfumano dentro di me

Crederci e smettere di crederci

Sfumano dentro di me

 

Quando vado a letto (Secondo te va tutto bene)

Non dormo sempre (Secondo te va tutto bene)

Chiudo solo gli occhi e aspetto, aspetto, aspetto (Secondo te va tutto bene)

Immobile come un sasso (Secondo te va tutto bene)

Che inizino a cantare gli uccellini (Secondo te va tutto bene)

Bene, bene, bene

Bene, bene, bene

 

Tendere una mano è come fare una promessa aperta

Non bastano le parole a restare sinceri

Crederci e smettere di crederci

Sfumano dentro di me

Crederci e smettere di crederci

Sfumano dentro di me

Crederci e smettere di crederci

Sfumano dentro di me

 

 

 

  1. Stand So Tall

Tenere la testa così alta

 

Una volta credevo alla stabilità

O al pensiero di essere stabile

Beh, non riesco a seguire le regole (Ogni tanto)

I dettagli e i numeri mi hanno divorato da dentro

E comincia a sfuggirmi

 

Ho trovato un po’ di protezione nel sapore della terra

Perché cadiamo? Perché cadiamo?

Mi dici sempre che aspetti solo di cadere

Se cadiamo, possiamo scavarci con le unghie una via d’uscita

Meglio strisciare che tenere la testa così alta

Se cadiamo, possiamo scavarci con le unghie una via d’uscita

Se cadiamo, possiamo scavarci con le unghie una via d’uscita

 

Voglio vedere la linea del traguardo

Voglio vedere cosa c’è dall’altra parte

Ma non riesco

Intrappolato tra il tempo passato e quello futuro (Ogni tanto)

In equilibrio sull’orlo del precipizio

E comincia a sfuggirmi

 

Ho trovato un po’ di protezione nel sapore della terra

Perché cadiamo? Perché cadiamo?

Mi dici sempre che aspetti solo di cadere

Se cadiamo, possiamo scavarci con le unghie una via d’uscita

Meglio strisciare che tenere la testa così alta

Se cadiamo, possiamo scavarci con le unghie una via d’uscita

Se cadiamo, possiamo scavarci con le unghie una via d’uscita

 

E vorrei tanto potermi rifiutare di capitolare

Ma è facilissimo far finta di essere coraggioso

Quando poi mi si può piegare come niente

Mi si può piegare come niente

 

Se cadiamo, possiamo scavarci con le unghie una via d’uscita

Se cadiamo, possiamo scavarci con le unghie una via d’uscita

 

Ho trovato un po’ di protezione nel sapore della terra

Perché cadiamo? Perché cadiamo?

Mi dici sempre che aspetti solo di cadere

Se cadiamo, possiamo scavarci con le unghie una via d’uscita

Meglio strisciare che tenere la testa così alta

Se cadiamo, possiamo scavarci con le unghie una via d’uscita

Se cadiamo, possiamo scavarci con le unghie una via d’uscita

Se cadiamo, possiamo scavarci con le unghie una via d’uscita

Meglio strisciare che tenere la testa così alta

Se cadiamo, possiamo scavarci con le unghie una via d’uscita

Se cadiamo, possiamo scavarci con le unghie una via d’uscita

 

 

 

  1. Deconstruct You

Smontarti

 

Magari potremmo ricominciare da capo

O tornare all’inizio quantomeno

Dove hai detto “Stai attento a quello che desideri

Magari va a finire che hai quello che ti meriti, quello di cui hai bisogno”

Quando mi passi le unghie sulla pelle

Ogni tanto sembra un’operazione chirurgica

Quando mi passi le unghie sulla pelle

Ogni tanto sembra…

 

Voglio smontarti, piano piano

Voglio distruggerti

Pezzo dopo pezzo, ognuno brillante

Pezzo dopo pezzo, ognuno brillante

 

E quando sono lì a guardare le acque

Penso solo all’oscurità che c’è di sotto

Annaspo e non riesco a trovare i denti perfetti

Se le mie braccia potessero mai raggiungere quella chiave

Mah, le scanalature sulla lama non combaciano, non combaciano con nulla

Quando mi passi le unghie sulla pelle

Ogni tanto sembra…

 

Voglio smontarti, piano piano

Voglio distruggerti

Pezzo dopo pezzo, ognuno brillante

Pezzo dopo pezzo, ognuno brillante

Trovare le parole per ricordarti, piano piano

Che è di questo che abbiamo bisogno

Pezzo dopo pezzo, ognuno brillante

Pezzo dopo pezzo, ognuno brillante

 

Troppo tempo quanto tempo è esattamente?

Troppo tempo quanto tempo è esattamente

Se le lancette dell’orologio sono in modalità ripeti?

Ti darò la mia mano per non farti annegare

Ma non posso restare lì a farmi annegare per causa tua

 

Voglio smontarti, piano piano

Voglio distruggerti

Pezzo dopo pezzo, ognuno brillante

Pezzo dopo pezzo, ognuno brillante

Trovare le parole per ricordarti, piano piano

Che è di questo che abbiamo bisogno

Pezzo dopo pezzo, ognuno brillante

Pezzo dopo pezzo, ognuno brillante

 

 

 

  1. Undone

Crollato

 

Se gridassi qualcosa agli angeli, loro saprebbero anche solo come mi chiamo?

Non mi sento bene, certe notti

Lottando contro il peso della possibilità

Che esistano futuri non visti

Tu dici vada come vada

Tu dici vada come vada

 

Mi sto agitando e mi sento teso

Sempre a corto di pazienza

Non mi sento bene

Dei modelli penosi formano luoghi di compiacenza

Tu dici vada come vada

Chissenefrega, chissenefrega di come può andare

Tu dici vada come vada

Confessiamo per poter crollare

Chissenefrega, chissenefrega di come può andare

 

Errori come la religione, non ci sentiamo bene

Poi legittimati dalla tradizione

Non ci sentiamo bene certe notti

Non ci sentiamo bene

Lottando contro il peso della possibilità

Che esistano futuri non visti

 

Tu dici vada come vada

Chissenefrega, chissenefrega di come può andare

Tu dici vada come vada

Confessiamo per poter crollare

Chissenefrega, chissenefrega di come può andare

 

Corri, corrimi incontro

Scorri le parole per spiegarti

Corri come i cavalli selvatici sotto la pioggia

 

Confessiamo per poter crollare

 

Errori come la religione, non ci sentiamo bene

Poi legittimati dalla tradizione

Non ci sentiamo bene certe notti

Non ci sentiamo bene

Non ci sentiamo bene

 

 

 

  1. The Conversation

La conversazione

 

L’unica cosa che ho sempre desiderato è di entrare nella conversazione

Di sapere che qualcuno stava ascoltando le parole che dicevo, in qualsiasi posto

Non sono mai stato molto bravo a cercare di integrarmi

Adesso so che preferirei in ogni caso essere diverso

 

 

 

  1. Bad Way

Mi sento molto male

 

Ho fatto tutta notte a odiarmi per come sono

Vedi, mi sento molto male

Una disconnessione tra il cuore e la lingua

Vedi, mi sento molto male

Parlo e parlo ma non faccio che ferire quelli che più mi sono cari

Parlo e parlo ma non faccio che allontanare le cose che mi stanno a cuore

 

Busserò alla porta, alla porta

Con la spalla contro la superficie

Fammi entrare, fammi entrare, fammi entrare

Lascia accesa la luce in veranda

Con la spalla contro la superficie

Fammi entrare, fammi entrare, fammi entrare, fammi entrare

Ce la farò a tornare in qualche modo

Fammi entrare

Ce la farò a tornare in qualche modo

Fammi entrare

 

Vedo solo le cose che voglio cambiare

Mi sembra di cadere faccia a faccia con le mie scuse

Trovo sempre una via d’uscita per fuggire

Voglio, voglio rendere quelli che mi stanno intorno orgogliosi

Orgogliosi di quello che faccio

Dormire, dormire profondamente, svegliarmi e ricominciare

 

Busserò alla porta, alla porta

Con la spalla contro la superficie

Fammi entrare, fammi entrare, fammi entrare

Lascia accesa la luce in veranda

Con la spalla contro la superficie

Fammi entrare, fammi entrare, fammi entrare, fammi entrare

Ce la farò a tornare in qualche modo

Fammi entrare

Ce la farò a tornare in qualche modo

Fammi entrare

 

Tengo a freno la lingua solo per poi confessare

Che non sono per niente al top della forma

Tengo a freno la lingua solo per poi confessare

Che mi ci avvicino ogni momento che passa

Essere da soli non è un motivo valido per avere paura

Mi servono delle ossa rotte e un’aria sincera

 

Busserò alla porta, alla porta

Con la spalla contro la superficie

Fammi entrare, fammi entrare, fammi entrare

Lascia accesa la luce in veranda

Con la spalla contro la superficie

Fammi entrare, fammi entrare, fammi entrare, fammi entrare

Ce la farò a tornare in qualche modo

Fammi entrare

Ce la farò a tornare in qualche modo

Fammi entrare

Ce la farò a tornare in qualche modo

Fammi entrare

Ce la farò a tornare in qualche modo

Fammi entrare

 

 

 

  1. Start Again

Comincia da capo

 

E quando non ci sono, rimani giovane dentro?

O hai paura di perdere tempo?

(E quando non ho ragione)

Dici che non è colpa mia

Ma per come mi guardi mi viene da pensare il contrario

(Mi viene da pensarci due volte)

Ma perché non riesco a non pensare a te?

Se non ti vedo non vuol dire che mi dimenticherò mai di non essere all’altezza

 

Più che all’altezza

Va tutto assieme

 

Tutti i problemi che ignoriamo

Diventano le chiavi che aprono le porte

Sulle strade secondarie dove ci perdiamo

Segnali evidenti, cerchiamo di nasconderli

Diventano i fantasmi con cui impariamo a confidarci

Ti voglio nella testa

Ti tengo fuori dalla vista

Non perché voglio dimenticare

Ma perché è troppo

 

Più che all’altezza

Va tutto assieme

Non lo dico con leggerezza

Un passo indietro non toglie nulla

Più che all’altezza

Va tutto assieme

Al fatto che sei più che all’altezza

Va tutto assieme

 

Se tu mi respingi, io ti tiro verso di me

Parole sottili ti si infilano nella pelle

Se tu chiudi la porta, io ti faccio entrare

Se è finita, comincia da capo

Se tu mi respingi, io ti tiro verso di me

Se tu chiudi la porta, io ti faccio entrare

 

Non sono all’altezza

Più che all’altezza

Va tutto assieme

Più che all’altezza

Va tutto assieme

Non lo dico con leggerezza

Un passo indietro non toglie nulla

Più che all’altezza

Va tutto assieme

Al fatto che sei più che all’altezza

Va tutto assieme

 

Se tu mi respingi, io ti tiro verso di me

Parole sottili ti si infilano nella pelle

Se tu chiudi la porta, io ti faccio entrare

Se è finita, comincia da capo

Se tu mi respingi, io ti tiro verso di me

Se tu chiudi la porta, io ti faccio entrare

 

 

 

  1. What a Predicament!

Che dilemma!

 

Teniamo duro solo per poi mollare la presa

Copriamo tutto solo per poi farlo vedere

Sussurriamo le nostre preghiere

Ci scaviamo, ci scaviamo, ci scaviamo da soli la fossa

La scaviamo piano piano

Dare e ricevere

Ma c’è da dare più di quanto mi serve

Attente contraddizioni (Tutti i muri, tutti i muri che cerco di sfondare)

Pesano sulle convinzioni (Crollano tutti circondandomi)

 

Sono stanco degli alti e bassi

Voglio avere fiducia in tutti i suoni

Voglio uscire dagli schemi

Uscire dagli schemi

 

Se non riesci a determinarlo, riesci a sterminarlo?

Non è sfortuna se va sempre così

Forza, forza, dai, di’ quello che pensi davvero

Sono esausto, esaurito

Non mi fido di nessun suono familiare

Attente contraddizioni (Tutti i muri, tutti i muri che cerco di sfondare)

Pesano sulle convinzioni (Crollano tutti circondandomi)

 

Sono stanco degli alti e bassi

Voglio avere fiducia in tutti i suoni

Voglio uscire dagli schemi

Uscire dagli schemi

 

Il gioco non finisce mai, il ponte si allunga sempre

 

Sono stanco degli alti e bassi

Voglio avere fiducia in tutti i suoni

Voglio uscire dagli schemi

Uscire dagli schemi

 

 

 

  1. Twenty Centuries of Sleep

Venti secoli di sonno

 

La città ha fame, lo sento nel caldo

Ho la pancia vuota, lo sento nei denti

Ho sentito la tua voce stanotte mentre dormivo

La forma di un ricordo che vorrei non aver conservato

E quando l’incubo è finito

Quello che rimane sono le stesse parole in modalità ripeti:

Vai avanti, vai avanti, vai avanti

 

I nostri migliori piani

Non sono mai nelle nostre mani

Mai nelle nostre mani

Risucchiati, scagliati

Come imprecazioni al vento

In cerca di uno spreco di sabbia del deserto

Di sabbia del deserto

Risucchiati, scagliati

Come imprecazioni al vento

 

Sento il peso dell’eredità, mi schiaccia

La tua voce mi perseguita ogni volta che canta

Le solite parole di notte mentre dormo

Le solite parole in modalità ripeti

Va avanti per secoli

Guardo il futuro che si spiega e a dir la verità

Mi ha colto bello bello alla sprovvista

Le cose precipitano, il centro non può tenere

 

I nostri migliori piani

Non sono mai nelle nostre mani

Mai nelle nostre mani

Risucchiati, scagliati

Come imprecazioni al vento

In cerca di uno spreco di sabbia del deserto

Di sabbia del deserto

Risucchiati, scagliati

Come imprecazioni al vento

 

La città ha fame, lo sento nel caldo

Ho la pancia vuota, lo sento nei denti

 

Venti secoli di sonno

Venti secoli di sonno

Venti secoli di sonno

Venti secoli di sonno

 

Anche con le spalle al muro, non capitoliamo

Lascia che arrivi l’onda sul bagnasciuga, possiamo bercela tutta

Anche con le spalle al muro, non capitoliamo

Lascia che arrivi l’onda sul bagnasciuga, possiamo bercela tutta

 

Venti secoli di sonno

Venti secoli di sonno

Venti secoli di sonno

Venti secoli di sonno

 

 

 

  1. Bridges

Ponti

 

Ho cercato di raffigurarmi ponti inimmaginabili

Che attraversassero l’abisso che sento dentro di me

Ho cercato di finire di sotterrare tutti i miei sogni

Ho visto che crescevano a dispetto di tutto

Sto cercando di crederci

Tornare all’inizio

Tornare alla partenza

Sto cercando davvero

Sto cercando di crederci

Tornare all’inizio

Tornare alla partenza

Sto cercando davvero con tutto me stesso

 

Voglio dire che l’oscurità non ha niente di male

Voglio ballare nella zona grigia

Voglio crederci, voglio poter dire che ci ho provato

A costruire ponti inimmaginabili sotto la luce

 

A metà tra quello che voglio e quello che mi serve

Dà la misura di quanto sia importante per me

Mi sa che mi ero scordato, “è una cosa molto più grande di te”

Sto cercando di capire come restare in piedi

Su dei fili instabili, nelle sabbie mobili

È una cosa molto più grande di me

Sto cercando di crederci

Tornare all’inizio

Tornare alla partenza

Sto cercando davvero

Sto cercando di crederci

Tornare all’inizio

Tornare alla partenza

Sto cercando davvero con tutto me stesso

 

Voglio dire che l’oscurità non ha niente di male

Voglio ballare nella zona grigia

Voglio crederci, voglio poter dire che ci ho provato

A costruire ponti inimmaginabili sotto la luce

 

Voglio dire che l’oscurità non ha niente di male

Voglio ballare nella zona grigia

Voglio crederci, voglio poter dire che ci ho provato

A costruire ponti inimmaginabili sotto la luce

 

La distanza che ci separa ci terrà uniti

La distanza che ci separa ci terrà uniti


Segui i Driver Friendly su Spotify.

Scopri tutte le nostre traduzioni a questa pagina! Le traduzioni degli altri album dei Driver Friendly sono disponibili qui.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.