Columbus – Spring Forever, traduzione

Columbus: Spring Forever, traduzione

Columbus Spring Forever Traduzione dell’album d’esordio dei Columbus, pubblicato nel 2016 da UNFD.

  1. Summer Dress

Vestito estivo

 

Se devi proprio farmi piangere con questo tempo

Almeno mettiti sù il tuo vestito estivo come facevi prima

Eri davvero carina quando ti rotolavi nel letto

Non potrò più spostare i capelli dal

Non potrò più spostarti i capelli dal viso

Non potrò più spostare i capelli dal

Non potrò più spostarti i capelli dal viso

Non potrò più spostare i capelli dal

Non potrò più spostarti i capelli dal viso

 

Se devi proprio farmi piangere con questo tempo

Almeno mettiti sù il tuo vestito estivo come facevi prima

Eri davvero carina quando ti rotolavi nel letto

Non potrò più spostare i capelli dal

Non potrò più spostarti i capelli dal viso

 

E se il tuo vestito estivo lo butti via

Butti via anche le giornate passate a letto la domenica pomeriggio

Quando dicevo che non avrei mai potuto spostare i capelli dal

 

 

 

  1. Daffodil

Narciso

 

Cerco di restare con la testa sulle spalle

Ti giuro che se conto fino a tre prima di parlare non dirò mai niente che ti possa ferire

Quando busso alla porta di casa tua

Con tantissime cose di cui essere felice

E allora perché non riesco a sorridere come te?

 

Tu meriti una persona che ti faccia ridere

Una persona che ti faccia piangere

Una persona che ti ricacci indietro le lacrime

 

Tu per me sei più importante di qualsiasi cosa

Ma a volte mi viene proprio da pensare

Che se tu sei un narciso, io magari ti faccio appassire

Petali gialli d’estate

Lo so che vuoi sapere quello che penso

Ma se tu sei un narciso, io magari sono la neve e l’inverno

 

Ti sto perdendo di vista?

O forse neanche mi ci metto d’impegno?

Ogni volta che sei triste sto malissimo anch’io

Voglio solo tenerti per mano

Ma sento proprio delle spine sulle mani di tutte le persone a cui tengo

 

Tu meriti una persona che ti faccia sorridere

Una persona che sogni di notte

Una persona che non è che fa i bagagli e se ne va

 

Tu per me sei più importante di qualsiasi cosa

Ma a volte mi viene proprio da pensare

Che se tu sei un narciso, io magari ti faccio appassire

Petali gialli d’estate

Lo so che vuoi sapere quello che penso

Ma se tu sei un narciso, io magari sono la neve e l’inverno

 

Ti passo le dita fra i capelli

Ti guardo che dormi fra le mie mani

Io non provo niente a restare steso lì

Se solo potessi capire

Perché puoi stringermi forte quanto vuoi, ma io cado a pezzi

Lasciami perdere, ti prego

Staresti meglio senza di me

Lasciami perdere, ti prego

Staresti meglio senza di me

Lasciami perdere, ti prego

Staresti meglio senza di me

 

Tu per me sei più importante di qualsiasi cosa

Ma a volte mi viene proprio da pensare

Che se tu sei un narciso, io magari ti faccio appassire

Petali gialli d’estate

Lo so che vuoi sapere quello che penso

Ma se tu sei un narciso, io magari sono la neve e l’inverno

Ma se tu sei un narciso, io magari sono la neve e l’inverno

La neve e l’inverno

La neve e l’inverno

 

 

 

  1. Raindrop

Goccia di pioggia

 

E io sarò la primissima goccia di pioggia a partire

Ma dopo di me verrà giù il diluvio

 

Non volevo ammettere che tu mi facevi solo del male

Non volevo tirare via il cerotto

Anche se tutte le ferite erano opera tua

Perché quando sei innamorato la testa non capisce più un cazzo

E ti dice di baciare tutte le persone che ti tormentano

Tu sei quello che voglio, ma non quello di cui ho bisogno

 

E ancora mi manca perdere le giornate insieme a te

E dormire fino al pomeriggio

 

Ci stendevamo sotto il tetto di lamiera con la pioggia a parlare del tempo

E a progettare di fuggire oltreoceano

Ingenui, pensavamo che l’amore fosse eterno

 

E io sarò la primissima goccia di pioggia a partire

Ma dopo di me verrà giù il diluvio

E io sarò la primissima goccia di pioggia a partire

Ma dopo di me verrà giù il diluvio

 

E per tutto il tempo non ho badato al fatto che mi facevi soffrire

Preferisco essere cieco che sincero e dirti che va ancora tutto bene

Seppellire dentro di me qualsiasi dubbio

Sotto montagne di finte rassicurazioni che è tutto a posto

Ma poi ci baciamo di nuovo e resto a dormire da te

Anche se quelle labbra le hai usate con qualcun altro

 

Ci mettevamo seduti vicino alla finestra abbracciati

Mi facevi venire voglia di ridere e voglia di piangere

Come faccio a sapere se la amo veramente?

 

E io sarò la primissima goccia di pioggia a partire

Ma dopo di me verrà giù il diluvio

E io sarò la primissima goccia di pioggia a partire

Ma dopo di me verrà giù il diluvio

 

E sento ancora la mancanza del tuo profumo

O forse semplicemente non riesco a togliermelo dalla testa

Perché ho passato troppo tempo a perdere tempo con te

 

Ci stendevamo sotto il tetto di lamiera con la pioggia a parlare del tempo

E a progettare di fuggire oltreoceano

Ingenui, pensavamo che l’amore fosse eterno

 

E io sarò la primissima goccia di pioggia a partire

Ma dopo di me verrà giù il diluvio

E io sarò la primissima goccia di pioggia a partire

Ma dopo di me verrà giù il diluvio

Verrà giù il diluvio

Verrà giù il diluvio

 

 

 

  1. Learn to Swim

Imparare a nuotare

 

Non ho mai fumato neanche una sigaretta

Ma adesso quando espiro sento un vuoto nel petto

Non c’è più dentro niente

Non ho mai fumato neanche una sigaretta

Ma adesso quando espiro sento un vuoto nel fiato

Non c’è più dentro niente

 

Mi ero ripromesso di non passare più ogni singolo minuto a giudicarmi inadeguato

Non ne posso più di questa voce nella testa che mi dice che non combinerò mai nulla di buono

Forse ho bisogno di aiuto

Tutte queste note audio che ho salvato

Tutte queste note audio che ho salvato

 

Venerdì pomeriggio

Seduto a gambe incrociate sul vialetto di casa a guardare il tramonto

Fammi dire le cose come stanno per una sera

 

Non ho mai fumato neanche una sigaretta

Ma adesso quando espiro sento un vuoto nel petto

Non c’è più dentro niente

Non ho mai fumato neanche una sigaretta

Ma adesso quando espiro sento un vuoto nel fiato

Non c’è più dentro niente

 

Tutte queste note audio che ho salvato

Tutte queste note audio che ho salvato

Tutte queste note audio che ho salvato

Tutte queste note audio che ho salvato

 

A volte vorrei essere qualsiasi altra persona

Però non voglio neanche odiare questa pelle

Perché ci devo rimanere dentro per sempre

O affogo o imparo a nuotare

O affogo o imparo a nuotare

So già che mi tocca affogare se non imparo a nuotare

A volte vorrei essere qualsiasi altra persona

Però non voglio neanche odiare questa pelle

Perché ci devo rimanere dentro per sempre

O affogo o imparo a nuotare

O affogo o imparo a nuotare

So già che mi tocca affogare se non imparo a nuotare

Vedrò di imparare a nuotare

Vedrò di imparare a nuotare

 

A volte vorrei essere qualsiasi altra persona

Però non voglio neanche odiare questa pelle

Perché ci devo rimanere dentro per sempre

O affogo o imparo a nuotare

O affogo o imparo a nuotare

So già che mi tocca affogare se non imparo a nuotare

Vedrò di imparare a nuotare

 

 

 

  1. Say What You Want

Di’ quello che ti pare

 

Sto un po’ imparando a mollare la presa

A volte stringo troppo forte

Ma ci siamo tenuti per mano troppo tempo e adesso sono combattuto

Bloccato nel traffico all’incrocio

Sotto i lampioni, tornando verso casa

Seduti sul davanzale

L’aria che ti muove i capelli

Mi sono messo a sognare intere giornate passate con te

Ma so che a te non te ne frega niente

 

Strappo via questo cerotto che mi metto tutti i giorni

Dimmi come mi vuoi, tanto io sto bene

L’unica volta che mi sono ferito è quando hai fatto breccia tu

Dimmi come mi vuoi, a me va bene

A me va bene

 

Tu eri il fondo di una piscina bassissima

Non un granché quanto a personalità

Facevi finta di amarmi e basta

Fa male solo un pochino quando devo strapparti di dosso

E la tonalità biancastra del davanzale su cui so che ti vai ancora a sedere

Da sola ad aspettare me

Ma io non ci torno più a casa

 

Strappo via questo cerotto che mi metto tutti i giorni

Dimmi come mi vuoi, tanto io sto bene

L’unica volta che mi sono ferito è quando hai fatto breccia tu

Dimmi come mi vuoi, a me va bene

 

Facile vedere le cose col senno di poi

Dovevo lasciar perdere, dovevo lasciare

Col tempo passa tutto

E io con te ne ho già perso fin troppo

Non posso farci niente

Preferisco tenermi questa cicatrice

 

Strappo via questo cerotto che mi metto tutti i giorni

Dimmi come mi vuoi, tanto io sto bene

L’unica volta che mi sono ferito è quando hai fatto breccia tu

Dimmi come mi vuoi, a me va bene

A me va bene

Dimmi come mi vuoi, a me va bene

A me va bene

Dimmi come mi vuoi, a me va bene

 

 

 

  1. Nervous Wreck

Nervi a pezzi

 

Pensi di poterteli tingere i capelli?

Perché non sei mai stata trasparente come ti vorrei io

Pensavo di potermi fidare della mia testa

Ma all’epoca avevo solo diciotto anni

Se magari riesci a rifarti il letto e a coprire l’impronta della sua schiena

Porti a lavare le lenzuola alla lavanderia automatica

A me pare che praticamente sei sempre lì

 

Ti sei rifatta il letto, adesso dormici sopra*

Ti sei rifatta il letto

 

Adesso non riesco più a tenere gli occhi chiusi da quando abbiamo deciso che era finita

E spero di non ricordarmelo più domattina

Sognerò di non avere rimpianti

Ma non posso proprio perdonarti e dimenticarmi di te

E spero di non ricordarmelo più

Spero di non ricordarmelo più domattina

 

Non dovevo ritornare con te

Ti ho ridato la possibilità di cambiarmi aspetto

Ho fatto finta che fossi qui con me

Invece eri in giro con lui a riempire gli spazi vuoti

La mia testa ha riempito tutti i corridoi di acquerelli di te che te ne andavi

Ma mi ricordo che avevo sù le cuffie

Ero a letto che cercavo di coprire il rumore del tuo respiro affannoso

 

Ti sei rifatta il letto, adesso dormici sopra

 

Adesso non riesco più a tenere gli occhi chiusi da quando abbiamo deciso che era finita

E spero di non ricordarmelo più domattina

Sognerò di non avere rimpianti

Ma non posso proprio perdonarti e dimenticarmi di te

E spero di non ricordarmelo più

Spero di non ricordarmelo più domattina

 

Spero di non ricordarmelo più

Spero di non ricordarmelo

Spero di non ricordarmelo più

 

E sinceramente, non è che mi aspettassi molto di più da te

Non è che mi aspettassi molto altro che i giorni che ho buttato via per te

E sinceramente, di notte resto sveglio a letto a pensare alla tua faccia

Mi odio da solo, cazzo, sono vergognoso

Non riesco a smettere di pensare a te

 

 

* “You made your bed, now sleep in it” è all’incirca l’equivalente della nostra espressione “hai voluto la bicicletta? Adesso pedala!”, ma non volevo perdere il riferimento al letto.

 

 

 

  1. Hopeless

Senza speranze

 

Abbiamo riso e abbiamo pianto

Il vetro della macchina si è tutto annebbiato in questa serata autunnale

E non riesco a ricordarmi che respiri profondi che facevo

Ma fidati che potrei riuscirci

Non ci ho proprio più pensato

Mi sono sentito un ipocrita, ma ti giuro che non è così

 

Senza speranze, senza speranze

 

Non lo sopporto più questo posto

Le strade mi sembrano sempre vuote

E sento soltanto che sudo freddo sulla punta della lingua

Non sopporto più di avere la tua faccia come casa

Non c’è nemmeno un sorriso

Il mio posto sta da qualche parte là fuori

 

 

 

  1. Broken Glass

Vetro rotto

 

Sono solo una vittima delle circostanze

Una foto con il vetro rotto che hai lasciato appesa al muro

Mi dici che ti manco, ma non vuol dire niente

E non riesco a non stringere i denti quando ti vedo per strada

Sappiamo bene che non ha funzionato

Ma adesso non puoi venirmi a dire che ci vuoi riprovare

 

E l’odore della pioggia estiva mi ricorda i giorni che prendevamo il treno

Ma fa tutto parte del passato

Fa tutto parte del passato

 

A volte vorrei che fossimo rimasti le stesse persona di una volta

Stesi uno di fianco all’altra sotto il tetto di lamiera con la pioggia

Ma le cose non vanno sempre in quel modo

Sono solo un vetro rotto nella tua cornice

Vetro rotto nella tua cornice, vetro nella tua cornice

 

Ci siamo lasciati perché non andavamo d’accordo

Ed è triste pensare che mi sono tenuto aggrappato

Al pensiero che le cose tra di noi potessero tornare ad andar bene

Speravo che qualche notte passata lontani ci avrebbe dato il tempo di rimediare

 

Ma non possiamo restare insieme visto che abbiamo litigato

E non te ne faccio una colpa se non sei come vorrei io

La testa me lo impedisce

 

E l’odore della pioggia estiva mi ricorda i giorni che prendevamo il treno

Ma fa tutto parte del passato

Fa tutto parte del passato

 

A volte vorrei che fossimo rimasti le stesse persona di una volta

Stesi uno di fianco all’altra sotto il tetto di lamiera con la pioggia

Ma le cose non vanno sempre in quel modo

Sono solo un vetro rotto nella tua cornice

Vetro rotto nella tua cornice, vetro nella tua cornice

 

E sento ancora le tue lacrime estive sulla mia guancia vuota

Di settimana in settimana

E sento ancora le tue lacrime estive sulla mia guancia vuota

Di settimana in settimana

E sento ancora le tue lacrime estive sulla mia guancia vuota

Di settimana in settimana

 

Ma le cose non vanno in quel modo

Sono solo un vetro rotto nella tua cornice

Vetro rotto nella tua cornice, vetro nella tua cornice

Ma le cose non vanno in quel modo

Sono solo un vetro rotto nella tua cornice

Vetro rotto nella tua cornice, vetro nella tua cornice

 

 

 

  1. Replace Me

Rimpiazzarmi

 

Gli alberi mi ricordano l’inverno di Armidale

Dove andavamo a passare il Natale quando mamma e papà stavano ancora insieme

Non rappresento nient’altro?

Sul bordo di un vialetto, mi sento un estraneo

Continuano a venirmi mille dubbi

Se non combacio col resto del puzzle, faccio davvero parte della famiglia?

 

Ognuno si lascia dietro negli armadi scheletri grossi come alberi

Le mie ossa fragili si distruggerebbero se vi metteste d’impegno per distruggermi

Cavo nel vento, vuoto dentro questa pelle

So di essere un estraneo e ho paura che mi vogliate rimpiazzare

 

Fa male sapere di rappresentare solo spazio sprecato dentro la testa di una persona

Ci rido sopra talmente tanto da star male

Soffocato dai rimorsi

È difficile comportarti da persona che non sei

Non ci riesco a comportarmi per come non sono

Se rimango e faccio il bravo, quando non ci sono vi mancherò?

 

Ognuno si lascia dietro negli armadi scheletri grossi come alberi

Le mie ossa fragili si distruggerebbero se vi metteste d’impegno per distruggermi

Cavo nel vento, vuoto dentro questa pelle

So di essere un estraneo e ho paura che mi vogliate rimpiazzare

 

Ma io non voglio dovermene andare

Perché ho bisogno di un po’ di tregua

Se adesso mi poteste dire che andrà tutto bene, mi rimetterei subito a dormire

Un giorno taglierete tutti i fiori secchi

Vedrò di appassire adesso prima di crescere ancora

Vedrò di appassire adesso prima di crescere ancora

Vedrò di appassire adesso prima di

 

Ognuno si lascia dietro negli armadi scheletri grossi come alberi

Le mie ossa fragili si distruggerebbero se vi metteste d’impegno per distruggermi

Cavo nel vento, vuoto dentro questa pelle

So di essere un estraneo e ho paura che mi vogliate rimpiazzare

 

 

 

  1. Stay

Restare

 

Non ci voglio restare

 

Presto non potrò più muovermi da qui

Inchiodami le mani a terra, così moriamo dissanguati insieme

Non ci voglio più restare

 

Canto da solo le parole che ti avrei dovuto dire

Bisbiglio piano piano, parlo da solo lentamente

Sto cercando di ingannare un po’ il tempo prima che mi lasci vivere

 

Ho passato quasi tutto l’anno seduto in questa stanza con la nostalgia di casa

Se casa è dove si trova il cuore, io sono lontanissimo

Mi sento imprigionato dentro le pareti della mia abitazione

Tiro via questi chiodi dalle mani perché so che non ci voglio restare

Non ci voglio restare

 

Affossato dalle mie stesse gambe

Ginocchia di cemento che mi fanno sprofondare

E dentro di me l’ambizione muore di stenti

Spero che non anneghi per colpa mia

 

Canto da solo le parole che ti avrei dovuto dire

Bisbiglio piano piano, parlo da solo lentamente

Datemi un altro appiglio

Date da respirare

Perché non ce la faccio più a restare qui ad aspettare di morire e addormentarmi

Di morire e addormentarmi

 

Ho passato quasi tutto l’anno seduto in questa stanza con la nostalgia di casa

Se casa è dove si trova il cuore, io sono lontanissimo

Mi sento imprigionato dentro le pareti della mia abitazione

Tiro via questi chiodi dalle mani perché so che non ci voglio restare

Tiro via questi chiodi dalle mani perché so che non ci voglio restare

Non ci voglio restare

 

Ho passato quasi tutto l’anno seduto in questa stanza con la nostalgia di casa

Se casa è dove si trova il cuore, io sono lontanissimo

Mi sento imprigionato dentro le pareti della mia abitazione

Tiro via questi chiodi dalle mani

 

Ho passato quasi tutto l’anno seduto in questa stanza con la nostalgia di casa

Se casa è dove si trova il cuore, io sono lontanissimo

Mi sento imprigionato dentro le pareti della mia abitazione

Tiro via questi chiodi dalle mani perché so che non ci voglio restare

Non ci voglio restare

Non ci voglio restare

Non ci voglio restare

Non ci voglio restare

 

 

 

  1. Absent

Assente

 

Non ce l’ho fatta a venire in aeroporto

Non ci sarò quando atterrerai

Spero che non pensi che abbia fatto finta di stare male solo per farti pensare a me

Non ce l’ho fatta a venire al tuo compleanno

Hai spento le candeline da sola

Ti ho scritto una lettera per rimediare

Ma nessun pezzo di carta può sostituire quelle serate passate a casa

 

Mi dispiace che non ci sono mai e non posso farci niente

Lo so che a volte sembra che non me ne freghi nulla

Ti giuro che mi manchi

Non potrei mai dirti una bugia così grande

Presto mi ritroverai nel tuo letto, alla porta di casa

Ma la mattina dopo devo già andare

Mi spiace che non lo sapevi

 

Non ce l’ho fatta a venire a salutarti

O a esserci quando hai messo giù le valigie

Hai tolto i vestiti e li hai sparsi in giro per terra da sola

Aspettando di sentire qualcuno che bussasse alla porta

 

Mi dispiace che non ci sono mai e non posso farci niente

Lo so che a volte sembra che non me ne freghi nulla

Ti giuro che mi manchi

Non potrei mai dirti una bugia così grande

Presto mi ritroverai nel tuo letto, alla porta di casa

Ma la mattina dopo devo già andare

Mi spiace che non lo sapevi

Mi spiace che non lo sapevi

 

Ah, a volte penso che sarebbe meglio se fossi da solo

Mi odio con tutto me stesso

Mi spiace che non lo sapevi

Staresti molto meglio

E io al massimo mi sentirei solo un po’ più vuoto

Ah, a volte penso che sarebbe meglio se fossi da solo

Mi odio con tutto me stesso

Mi spiace che non lo sapevi

Staresti molto meglio

E io al massimo mi sentirei solo un po’ più vuoto

Ah, a volte penso che sarebbe meglio se fossi da solo

Mi odio con tutto me stesso

Mi spiace che non lo sapevi

Staresti molto meglio

E io al massimo mi sentirei solo un po’ più vuoto

Ah, a volte penso che sarebbe meglio se fossi da solo

Mi odio con tutto me stesso

Mi spiace che non lo sapevi

Staresti molto meglio

E io al massimo mi sentirei solo un po’ più vuoto

 

 

 

  1. Spring Forever

Per sempre primavera

 

Ci siamo sgretolati quando le foglie sono diventate rosse

Quello che mi hai detto in autunno riesce ancora a farmi soffrire d’estate

 

Mi si secca sempre la pelle al cambio di stagione

Dall’estate all’inverno

Divento grigio in faccia con questo raffreddore

Fa più caldo con l’aria dell’inverno che a letto con te

Queste labbra screpolate non baciano più come prima

 

Non saremmo mai rimasti insieme

Non può essere per sempre primavera

 

Ci siamo sgretolati quando le foglie sono diventate rosse

Quello che mi hai detto in autunno riesce ancora a farmi soffrire d’estate

Non saremmo mai rimasti insieme

Non può essere per sempre primavera

Non può essere per sempre primavera

 

Quattro pareti bianche, ci parliamo a malapena

Ho lasciato una montagna di vestiti di fianco al tuo letto

La federa del tuo cuscino sa dove ho appoggiato la testa

E dove una volta ricevevi la mia fiducia prima di spogliarti

 

Non saremmo mai rimasti insieme

Non può essere per sempre primavera

 

Ci siamo sgretolati quando le foglie sono diventate rosse

Quello che mi hai detto in autunno riesce ancora a farmi soffrire d’estate

Non saremmo mai rimasti insieme

Non può essere per sempre primavera

Ci siamo sgretolati quando le foglie sono diventate rosse

Quello che mi hai detto in autunno riesce ancora a farmi soffrire d’estate

Non saremmo mai rimasti insieme

Non può essere per sempre primavera

 

E se ti bacio col mal di gola

Ti sentirai come mi sono sentito io ogni volta che ho cercato di mandar giù le tue parole?

E se ti vanno di traverso tutti i miei discorsi

Ti sentirai come mi sono sentito io quella mattina d’autunno?

 

Non saremmo mai rimasti insieme

Non può essere per sempre primavera

 

Ci siamo sgretolati quando le foglie sono diventate rosse

Quello che mi hai detto in autunno riesce ancora a farmi soffrire d’estate

Non saremmo mai rimasti insieme

Non può essere per sempre primavera

Ci siamo sgretolati quando le foglie sono diventate rosse

Quello che mi hai detto in autunno riesce ancora a farmi soffrire d’estate

Non saremmo mai rimasti insieme

Non può essere per sempre primavera


Segui i Columbus su Spotify.

Scopri tutte le nostre traduzioni a questa pagina! Le traduzioni degli altri album dei Columbus sono disponibili qui.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.