Alesana – Confessions, traduzione

Alesana Confessions traduzione

Alesana Confessions Traduzione del quinto album degli Alesana, uscito nel 2015 su Revival Recordings e Tragic Hero Records.

  1. Alesana – It Was a Dark and Stormy Night, traduzione

Era una notte buia e tempestosa

 

Ti sei mai davvero visto senza uno specchio?

 

Cadere nel dimenticatoio dell’universo

Il mio amore più che sincero è il dono che ti faccio

 

Prigioniero di un mondo che era il sogno di un folle

Alleluia! Alleluia!

Mai avrebbe immaginato che i suoi sogni diventassero realtà

Ti tengo d’occhio! Ti tengo d’occhio!

 

Pensa, se solo potesse vedere la deliziosa collera

Magari non avrebbe mai riversato il suo inchiostro sulle pagine

Un artista… era talmente consumato dal mondo che vedeva nella testa

Un modo sadico di menzogne e grida di panico

 

Il nostro è un mondo freddo e insensibile, vuoto e perduto

Mi farò ferire per te per cambiare tutto

Mi farò uccidere per te per salvarci tutti

Potrebbe essere la nostra unica occasione

Potrebbe essere la nostra unica speranza

 

Perso nella tua passione, infinita attrazione, tuo per sempre

Mi fai sentire invincibile

L’amore canta un finale dolcissimo

Ballata del piacere, in attesa dell’irresistibile

 

Cambiare il finale significa tornare a dove tutto ha avuto inizio

Se sopravviviamo, prendiamo noi le redini e ricominciamo da capo

Hai perso la testa, distruggi il tessuto del tempo stesso?

Resta vicino a me, riscriverò la storia per te

 

Potrebbe essere la nostra unica occasione

Potrebbe essere la nostra unica speranza

 

Perso nella tua passione, infinita attrazione, tuo per sempre

Mi fai sentire invincibile

L’amore canta un finale dolcissimo

Ballata del piacere, in attesa dell’irresistibile

 

La tua mano si allontana dalla mia

Due cuori ancora intrecciati nello spazio e nel tempo

Ricordati che io sono tuo

Io sono tuo

Ricordati che io sono tuo

 

Il tempo mi afferra per mano

Solo un idiota non ha mai paura

 

Perso nella tua passione, infinita attrazione, tuo per sempre

Mi fai sentire invincibile

L’amore canta un finale dolcissimo

Ballata del piacere, in attesa dell’irresistibile

Tuo per sempre, irresistibile

Tuo per sempre, mi fai sentire invincibile

 

Annabel, non te ne andare, ti prego

Risolverò tutto, risolveremo tutto

 

 

 

  1. Alesana – The Acolyte, traduzione

L’accolito

 

Morti e perduti con la faccia stravolta

Deposta la passione antiquata

Sveglia!

Non c’è da sorridere pensando ai ricordi

Marciscono assieme ai cadaveri del passato

Vi prego, sveglia!

Eccoci abbandonati fra le tenebre! Al contrattacco!

Eccoci a gridare aiuto! Alla respinta!

Credi che abbiamo modo di combattere?

Andiamo a ballare sulle ali della speranza e insieme volare in cielo?

Non è per questo che viviamo! Mi riprendo ciò che ci appartiene!

 

In piedi, codardo!

Perdio, grida in modo serio!

Non c’è tempo per riposare: il sonno attrae i deboli

 

Tesoro, ti prego, ascoltami e cerca di capire: è una follia

Non può essere vero, non sono pronto per gli addii

Se te ne vai, se cerchiamo di completare l’opera

Non credo di poterti più riavere

Dammi un bacio prima di andare e sussurrami tre dolci parole

 

Devo essermi perso qualcosa, si staccano i pezzi

Vorrei essere capace di pensare fuori dagli schemi, risolvere l’enigma

Guarderei dappertutto

Dio mi faccia da testimone che troverò il modo

Di rallentare, di sconfiggere le ruote del tempo

Mi sveglio al tuo fianco e sorridiamo, ah, pazzia

 

In piedi, codardo!

Perdio, grida in modo serio!

Non c’è tempo per riposare: il sonno attrae i deboli

 

Tesoro, ti prego, ascoltami e cerca di capire: è una follia

Non può essere vero, non sono pronto per gli addii

Se te ne vai, se cerchiamo di completare l’opera

Non credo di poterti più riavere

Dammi un bacio prima di andare e sussurrami tre dolci parole

 

Distruggi la clessidra

Disseziona l’universo, sventra la realtà, riposiziona le stelle in cielo

 

Apri gli occhi e ammira i cieli che sovrastano un mondo che abbiamo creato

Sangue, lacrime e sudore, eoni ed anni

Stiamo costruendo un’utopia

 

Eppure rimango ancora in questo posto maledetto

Troppo distante dai miei sogni

Dev’essere l’inferno! Riuscirò a fuggire!

A dare fuoco a tutto

Buttare giù mattone per mattone

Finché non rimane altro che un buco nel cielo

 

Tesoro, ti prego, ascoltami e cerca di capire: è una follia

Non può essere vero, non sono pronto per gli addii

Se te ne vai, se cerchiamo di completare l’opera

Non credo di poterti più riavere

Dammi un bacio prima di andare e sussurrami tre dolci parole

 

Distruggi la clessidra

Disseziona l’universo, sventra la realtà, riposiziona le stelle in cielo

 

 

 

  1. Alesana – Comedy of Errors, traduzione

Commedia degli errori

 

Io qui ci sono già stato, sto forse impazzendo?

Guardami, dimmi che sono pazzo

Siamo in pericolo

Seguimi e vedrai che le cose non sono come sembra

Prendi la mia mano, oppure non ti fidi di me?

Siamo in pericolo ed è colpa mia

 

Ai confini della ragione umana esistono piani per sfuggire alla realtà

Il tesseract mi richiama

Avrò i fili cosmici da manovrare

Fiasco dopo fiasco

Ritenta! Ritenta!

Eppure mi richiama…

 

Posso stringerti più forte e annegare nei tuoi sogni?

Ti assicuro che le fantasie possono essere ben più delle parole che abbiamo sepolto vive

È davvero un incubo, ma continuo a pregare e volerne ancora

Non li chiudo più gli occhi

Per sempre un tutt’uno con la notte

 

Shh, tesorino, non dire una parola

Sto ignorando il destino per dei motivi che non ti posso spiegare

Cerchiamo di ingannarci

Per quanto la dobbiamo aspettare la salvezza?

È peccato chiederselo? In piedi!

 

Fiasco dopo fiasco

Ritenta! Ritenta!

È pazza!

 

Posso stringerti più forte e annegare nei tuoi sogni?

Ti assicuro che le fantasie possono essere ben più delle parole che abbiamo sepolto vive

È davvero un incubo, ma continuo a pregare e volerne ancora

Non li chiudo più gli occhi

Per sempre un tutt’uno con la notte

 

Mi senti?

Mi vedi?

Mi senti?

Mi vedi?

Mi senti? C’è qualcuno che parla, c’è qualcuno che osserva

Mi vedi? C’è qualcuno che parla, c’è qualcuno che osserva

Mi senti? C’è qualcuno che parla, c’è qualcuno che osserva

Mi vedi? C’è qualcuno che parla, c’è qualcuno che osserva

Illusioni di grandezza, dove diavolo mi trovo? Salvatemi da me stesso!

Perché non posso più giocare a questo gioco macabro

Proprio quando pensavo che fosse finita, ci siamo!

Le galassie mi danno il benvenuto!

 

Sono pazzo!

Ah, che orrore! Ah, che panico!

Paranoico e disturbato! Sono un Dio!

Psicopatico e imbarazzato! Perché? Perché?

Mi senti? Mi vedi?

 

Posso stringerti più forte e annegare nei tuoi sogni?

Ti assicuro che le fantasie possono essere ben più delle parole che abbiamo sepolto vive

È davvero un incubo, ma continuo a pregare e volerne ancora

Non li chiudo più gli occhi

Per sempre un tutt’uno con la notte

Non li chiudo più gli occhi

Per sempre un tutt’uno con la notte

Non li chiudo più gli occhi

Per sempre un tutt’uno con la notte

 

Era una notte buia e tempestosa…

Ho viaggiato in posti vicini e lontani, corso con le stelle

Ora solo sarò, sottile tragedia

Se avessi un’altra opportunità di esplorazione

Ti prenderei per mano e rifarei tutto da capo

 

 

 

  1. Alesana – The Goddess, traduzione

La dea

 

Il respiro sta tornando regolare nella mia mente dopo l’incidente

Inspira, espira

Ora apri gli occhi, guarda che meraviglia

Ti dico che è incredibile

 

Mi sono smarrito? Sono ancora vivo?

C’è qualcosa che non va

Sto dormendo o mi sta succedendo per davvero?

Mi dico che va tutto bene

Alzati in piedi, alzati in piedi

Rispondimi ora!

 

Non voglio più andarmene perché tu sei come un’estasi

Una seduzione che sta entrando a far parte di me

Accidenti a te! Tentazione, hai fatto presa su di me

Alzati, allontanati, non cadere nella trappola

 

L’illusione ha il massimo effetto quando non cerchi di resistere

Abbandonati al piacere, pelle contro pelle

Ti farò vedere cose che neanche immagini

L’euforia non è che un mito se non ti ci abbandoni

 

Mi sono smarrito? Sono ancora vivo?

C’è qualcosa che non va

Sto dormendo o mi sta succedendo per davvero?

Mi dico che va tutto bene

Alzati in piedi, alzati in piedi

Rispondimi ora!

 

Non voglio più andarmene perché tu sei come un’estasi

Una seduzione che sta entrando a far parte di me

Accidenti a te! Tentazione, hai fatto presa su di me

Alzati, allontanati, non cadere nella trappola

Non voglio andarmene perché tu sei l’estasi

 

Scegliamo i pazzi nel mondo per sbalordire i saggi

I deboli per mettere in imbarazzo i forti

Non c’è niente di impossibile, dobbiamo sperare in qualsiasi cosa

Non devi capire le cose per far sì che esistano

Basta semplicemente credere nell’incredibile…

Basta semplicemente credere nell’incredibile…

 

La mia ombra si nasconde in un posto dove il sole urla

Tornate indietro, lacrime mie

Ti prego, dimmi solo cosa sei!

Perché non riesco a sentirlo?

 

Non posso restare qui, sarò sempre e solo un impostore che ha troppa paura di perdere tutto!

Non mi dimenticherò di te

 

Non voglio andarmene perché tu sei l’estasi

Non voglio più andarmene perché tu sei come un’estasi

Una seduzione che sta entrando a far parte di me

Accidenti a te! Tentazione, hai fatto presa su di me

Alzati, allontanati, non cadere nella trappola

 

Non voglio andarmene perché tu sei l’estasi

 

 

 

  1. Alesana – Oh, How the Mighty Have Fallen, traduzione

Ah, come sono caduti i potenti

 

Faccio fatica a respirare

E se non penso in fretta, è probabile che mi ritrovi qui per sempre

Mi assale il panico cercando di capire

Perché ti vedo lì dietro al vetro…

 

Chi ha detto che non avremmo mai toccato la velocità della luce?

Lontanissimo dietro di me, capire

Le stelle diventano fiumi che scorrono all’indietro, eh, già!

Quand’è che ha cominciato a fare eco il mio battito del cuore?

Perché i miei pensieri ora svaniscono, vagano, già!

Si aggrovigliano, già! Si spezzano, già! Si feriscono, già!

 

Scusami, per caso sei uno squilibrato?

Io sì e non ho problemi a dirlo

 

La mia luna, le mie stelle

Un’ultima notte, un ultimo bacio

Il desiderio mi implora di non andare

Addio, tu che sei tutto per me

Sono terrorizzato, ti porto più vicina

Controllando che esisti davvero

Apro gli occhi, era tutto un sogno

Addio, tu che sei tutto per me

 

Un dedalo infinito, un labirinto di Möbius

Redenzione, esodo, dove sei andata!

Eppure il tuo sguardo ardente non smette di trafiggermi!

Così lontana, così beffardamente osservi

Paria, ipocrita! Io sarò libero!

Eppure tu rimarrai

 

Scusami, per caso sei uno squilibrato?

Io sì e non ho problemi a dirlo

 

La mia luna, le mie stelle

Un’ultima notte, un ultimo bacio

Il desiderio mi implora di non andare

Addio, tu che sei tutto per me

Sono terrorizzato, ti porto più vicina

Controllando che esisti davvero

Apro gli occhi, era tutto un sogno

Addio, tu che sei tutto per me

Addio, tu che sei tutto per me

 

No!

Le urla futili non vengono udite, incarcerate da tutte queste mura

No!

Imprigionato e bandito dentro al nesso progettato da me

 

Non tornare indietro, non mi abbandonare

Nascondiamoci dal mondo, facciamo che non esistiamo

Dio, ti prego, uccidimi!

 

Il tempo si prende gioco di me e adesso cerco di sconfiggere la gravità, già

Mi sto distruggendo, i mondi in collisione ti daranno la libertà

Il tempo si prende gioco di me e adesso cerco di sconfiggere la gravità, già

Mi sto distruggendo, i mondi in collisione ti daranno la libertà

 

Una linea retta non è la distanza minore fra due punti!

Ora lo so! Ma temo che possa essere troppo tardi!

Temo che possa essere troppo tardi!

Temo che possa essere troppo tardi!

 

Riusciremo a tornare vivi?

Prendimi per mano, sono cieco!

Mostrami la strada, mi sono perso!

Dio mio, è bellissimo

Si apre il portale, il tempo rallenta, non si torna più indietro ormai, ‘Bel

 

La mia luna, le mie stelle

Un’ultima notte, un ultimo bacio

Il desiderio mi implora di non andare

Addio, tu che sei tutto per me

Sono terrorizzato, ti porto più vicina

Controllando che esisti davvero

Apro gli occhi, era tutto un sogno

Addio, tu che sei tutto per me

Addio, tu che sei tutto per me

 

No!

Le urla futili non vengono udite, incarcerate da tutte queste mura

No!

Imprigionato e bandito dentro al nesso progettato da me

 

 

 

  1. Alesana – The Puppeteer, traduzione

Il burattinaio

 

Ti do il benvenuto nel paradiso!

È ciò che desideravi

È ciò che desideravi

Una montagna di sudiciume infestato dalle grida di tortura dei morti!

So che ti piacerà un sacco!

 

Il tempo si ferma e ancora una volta mi ritrovo abbandonato nel nulla

Eppure sono di nuovo più che confuso

Perché fermarsi?

Sinceramente molto peggio di così non può andare

E comunque sto meglio qui che da solo

 

Fate un passo avanti, venite, venite tutti!

Stasera siete ospiti miei!

Benvenuti nei sogni dell’inferno!

Vi aspetta un viaggio da sballo!

Fate un passo avanti, venite, venite tutti!

Stasera siete ospiti miei!

Benvenuti nei sogni dell’inferno!

Vi aspetta un viaggio da sballo!

Fate un passo avanti, venite, venite tutti!

Stasera siete ospiti miei!

Benvenuti nei sogni dell’inferno!

Vi aspetta un viaggio da sballo!

Fate un passo avanti, venite, venite tutti!

Stasera siete ospiti miei!

Benvenuti nei sogni dell’inferno!

Vi aspetta un viaggio da sballo!

 

È strano ma mi sento a casa

È bizzarro ma non voglio andar via

Sono un folle? Sono pazzo a voler restare? È il mio posto questo?

Un altro periodo, un altro posto? Questo può andare tranquillamente

 

Folle di un mortale, ma cosa pensavi?

Di mettere ai ceppi le mani del tempo?

E sconfiggere addirittura gli Dei?

Dolce vanità, sei il mio peccato preferito!

Inghiotti le montagne e poi strozzatici

Poi annegati su Lazzaro

Dispiega le ali e afferra il sole

Dolce vanità, sei il mio peccato preferito!

 

Mia bella signora, balliamo!

Scommetto che credevi di poter scegliere di andartene

Sono tutti morti!

Sei da sola e io sono l’unico, l’unico che hai! Già!

 

Farò tutto quello che serve

Tanto, che sarà mai un errore in più?

 

Avanti e indietro e da una parte all’altra ridendo fino a dormire

Cerchiamo di fuggire da un posto malvagio

Pieno di meraviglie che mi sta facendo suo…

 

Sento la tensione, dovrei averti dimenticata ormai

Schiavo del piacere, non riesco a dimenticarti

Stanotte cercheremo di fingere di star bene, già

Di’ che è per sempre, non lasciarmi scomparire

 

È tutto svanito, è tutto perduto

Che cosa ho fatto? Può essere disfatto?

Dove sei andata? Riuscirò a trovarti?

Questa è la nostra casa dolce casa

La tela è stata divorata dalle fiamme

 

Mia bella signora, balliamo!

Scommetto che credevi di poter scegliere di andartene

Sono tutti morti!

Sei da sola e io sono l’unico, l’unico che hai! Già!

 

Farò tutto quello che serve

Tanto, che sarà mai un errore in più?

 

Avanti e indietro e da una parte all’altra ridendo fino a dormire

Cerchiamo di fuggire da un posto malvagio

Pieno di meraviglie che mi sta facendo suo…

 

Sento la tensione, dovrei averti dimenticata ormai

Schiavo del piacere, non riesco a dimenticarti

Stanotte cercheremo di fingere di star bene, già

Di’ che è per sempre, non lasciarmi scomparire

Sono tutto ciò che ti piace, sono tutto ciò che ti serve

Tu sei tutto per me, non lasciarmi scomparire

 

Folle di un mortale, ma cosa pensavi?

Di mettere ai ceppi le mani del tempo?

E sconfiggere addirittura gli Dei?

Dolce vanità, sei il mio peccato preferito!

Inghiotti le montagne e poi strozzatici

Poi annegati su Lazzaro

Dispiega le ali e afferra il sole

Dolce vanità, sei il mio peccato preferito!

 

L’addio è un dolore tanto dolce

Torna presto da me, mia cara

Sarò qui a contare i giorni

Addio, amore mio

Questa è la nostra casa dolce casa

Immergiti nelle grida dei dannati!

Versane il sangue!

Sguazza nella felicità mentre torturiamo chi è sano!

Aiutami, Dio!

 

 

 

  1. Alesana – Fatal Optimist, traduzione

Fatale ottimista

 

Mi manca contare le stelle

E mi mancano i tuoi baci

Mi manca che mi tocchi

Mi manca stare insieme a te

Tesoro, lo sai chi sono

E non vorrei ballare con nessun altro sotto la luna

Voglio solo tornare indietro

 

Temo di essere inghiottito per intero dal vuoto

Ecco la mia confessione

 

Non sono un eroe e non sono un santo

Non posso salvare il mondo e non l’ho mai chiesto

Nei tuoi occhi vedo le domande alle quali non ho la risposta

Venite, menti sospettose

 

Mi manca contare le stelle

Ti sei detta che io ero puro, sicura che ti avrei salvato

Ma se ti passa per la testa che cercavo di salvarmi

Ricordati che sono pericoloso!

Magari non sono sincero come sembra, una sirena con abiti di seta

Magari sto soltanto vendendo una bugia, un cattivo mascherato

 

Temo di essere inghiottito per intero dal vuoto

Ecco la mia confessione

 

Non sono un eroe e non sono un santo

Non posso salvare il mondo e non l’ho mai chiesto

Nei tuoi occhi vedo le domande alle quali non ho la risposta

Venite, menti sospettose

 

Non so se sto pregando, non so se sto implorando

Ma ho bisogno di credere che ci sia qualcuno, qualcosa là fuori che mi sente

Ho bisogno di sapere che c’è la possibilità

Ho bisogno di credere di poter fuggire da questo inferno

Temo di essermi smarrita e di non sapere la strada del ritorno

La strada del ritorno a come ero prima

Sono Fatima? Sono Rusalka? O sono solamente me stessa? La dolce e innocente Annabel

 

Amanti sfortunati in lotta abbracciati in un campo di battaglia

Si arrendono alla guerra, cambiano alla velocità della luce

È ora di passare a un’altra notte

È ora di passare a un’altra lotta

 

Temo di essere inghiottito per intero dal vuoto

Ecco la mia confessione

 

 

 

  1. Alesana – The Martyr, traduzione

Il martire

 

Ricordati perché ti trovi qui

Ricordati perché ti trovi qui

 

Innamorati di me

Prostrati ai piedi del demonio

Apri le gambe, morditi le labbra, incontra il suo sguardo

Sbava, stracolmo, gli occhi sgranati, trema tutto, è tuo

Non ti innamorare di me

Non smettere di invitarlo ad avvicinarsi

Guidagli la mano, mozzagli il fiato, sfiniscilo

Ansimante, voglioso, indebolito, congelato, hai vinto tu

Se dovessi sbirciare dietro al velo

Non sorprenderti di trovare me

 

Mi vergogno, sono vittima della condanna

 

Credo di apprezzare la battaglia

È così bello sbagliare, tesoro

Flirto con la follia

Niente può fermare me e la mia ossessione perversa

 

Ti prego, non dimenticare chi è lui, mia ‘Bel

Un mostro che ha creato la paura

Ti prego, non dimenticare chi è lui, mia ‘Bel

Un mostro che adora la paura

 

Ascoltami, mantieni la concentrazione

Il tuo unico vero amore attende in ansia

Leccati le labbra col sudore che cola

E assapora la tortura strisciando quando ne vuoi ancora, già!

Ascoltami, mantieni la concentrazione

Il tuo unico vero amore attende in ansia

Leccati le labbra col sudore che cola

E assapora la tortura strisciando quando ne vuoi ancora, già!

 

Vittima della condanna

 

Credo di apprezzare la battaglia

È così bello sbagliare, tesoro

Flirto con la follia

Niente può fermare me e la mia ossessione perversa

La mia ossessione perversa, già

La mia ossessione perversa, già

La mia ossessione perversa

 

Credo di apprezzare la battaglia

È così bello sbagliare, tesoro

Flirto con la follia

Niente può fermare me e la mia ossessione perversa

La mia ossessione perversa

La mia ossessione perversa

La mia ossessione perversa

 

Ascoltami, mantieni la concentrazione

Il tuo unico vero amore attende in ansia

Leccati le labbra col sudore che cola

E assapora la tortura strisciando quando ne vuoi ancora, già!

Ascoltami, mantieni la concentrazione

Il tuo unico vero amore attende in ansia

Leccati le labbra col sudore che cola

E assapora la tortura strisciando quando ne vuoi ancora, già!

 

 

 

  1. Alesana – Paradox, traduzione

Paradosso

 

Amore mio, spero che vada tutto bene

Scherzo, questo è probabilmente l’inferno

Lo sconosciuto solitario con un pennello in mano

Non ha visto che mi avvicinavo di nascosto

Stanotte di’ addio a ciò che credevi di sapere

Diranno che è colpa del sangue che ti è schizzato addosso

Chiudo gli occhi, un ultimo bacio prima di non svegliarmi mai più

 

Due mosse di vantaggio su di te

Sei un pedone

Arrocca pure, tanto sono dietro al tuo re

E la tua regina giace ferita sulla scacchiera

Ammetti di aver perso la partita, di aver giudicato male il nemico

 

Scatena il mito che vive nei tuoi peggiori incubi

Sono in trappola! Non aspettare!

 

Pagina abbandonata, le storie si scrivono da sole

L’autore ha smarrito di nuovo la strada e si è dimenticato di scrivere il finale

Corsa incontro al sole, per vedere chi si scioglie

La cattiva, la sposa distrutta, ci sediamo a guardare lo scontro dei mondi

Sta finendo la storia

 

Ti ricorderesti Giovanna d’Arco? La sua pelle non era ancora stata leccata dalle fiamme?

Ti ricorderai le onde che si frangono sulle spiagge del tempo?

Chi l’avrebbe mai detto che ogni scelta aveva un perché?
Chi l’avrebbe potuto dire?

Non siamo forse le nostre azioni?

La nostra vita è poesia, facciamone un sonetto

 

Scatena il mito che vive nei tuoi peggiori incubi

Sono in trappola! Non aspettare!

 

Pagina abbandonata, le storie si scrivono da sole

L’autore ha smarrito di nuovo la strada e si è dimenticato di scrivere il finale

Corsa incontro al sole, per vedere chi si scioglie

La cattiva, la sposa distrutta, ci sediamo a guardare lo scontro dei mondi

Sta finendo la storia

 

Perché le assi del pavimento scricchiolano come un cuore che batte?

Questa sala mi sta facendo diventare pazzo

Cosa c’è dietro ai mattoni?

Chi è che bussa alla porta della mia stanza?

Pendolo, perché mi tormenti?

Ma cosa sto dicendo? Sono impazzito?

 

Io sono lei!

 

Non più Fatima, dea, luce

Sono diventata Rusalka, demone della notte!

 

Due mosse di vantaggio su di te

Sei un pedone

Arrocca pure, tanto sono dietro al tuo re

E la tua regina giace ferita sulla scacchiera

Ammetti di aver perso la partita, di aver giudicato male il nemico

 

Non aspettare…

 

Pagina abbandonata, le storie si scrivono da sole

L’autore ha smarrito di nuovo la strada e si è dimenticato di scrivere il finale

Corsa incontro al sole, per vedere chi si scioglie

La cattiva, la sposa distrutta, ci sediamo a guardare lo scontro dei mondi

Pagina abbandonata, sta finendo il tempo

Sta finendo la storia, facciamone un sonetto

Ci sediamo a guardare lo scontro dei mondi

Sta finendo la storia, facciamone un sonetto

Ci sediamo a guardare lo scontro dei mondi

 

La notte che morii diventai Rusalka. Non ero più me stessa. Non ero più Annabel. Il male stupendo mi scorreva nelle vene e vidi chiaramente cosa bisognava fare. Mentre tu dormivi profondamente, scrissi il suo addio e ti diedi un bacio sulla guancia. Il pugnale era leggerissimo nella mano, pesantissimo sullo stomaco. C’è qualcosa in questa stanza…

 

 

 

  1. Alesana – Through the Eyes of Uriel, traduzione

Attraverso gli occhi di Uriel

 

Al confine della ragione, al di là della comprensione

Attende in silenzio, oblio perfetto

Si avvicina alla fine, oblio perfetto

 

Vivo dietro a degli specchi all’interno di una prigione senza sbarre

Eppure rimango nascosto agli occhi del mondo

All’inferno sono sospeso all’interno di un prisma

Così tanti muri, così tanti anni, così tante vite

Troppo spesso le ho viste morire

 

Immagini di ieri che sembrano lontanissime

 

Non riesco a dimenticare il passato, gli anni, l’amore così dolce

Sono una bomba ad orologeria innescata che aspetta in trance

Ho bisogno di te stanotte, più di quanto tu possa immaginare

Prometto di non dimenticarmi mai questo ballo straziante

 

L’inferno di trovarsi in trappola semplicemente non è un combattimento mortale

Il paradiso aspetta

Ora so che non c’è da aver paura della fine

Il mio amore aspetta, ci sarai? Portami via

Sono pronto, presto sarò a casa

 

Immagini di ieri che sembrano lontanissime

 

Non riesco a dimenticare il passato, gli anni, l’amore così dolce

Sono una bomba ad orologeria innescata che aspetta in trance

Ho bisogno di te stanotte, più di quanto tu possa immaginare

Prometto di non dimenticarmi mai questo ballo straziante

 

Puro e splendido silenzio, avanti! Abbracciami

Dolce e perfetto nulla, inghiotti le mie paure, avanti!

Se avessi un solo desiderio, strozzerei i profeti, impiccherei gli angeli, manderei al rogo i bambini

Ah, berrei gli oceani, mangerei la luna, sommergerei il mondo, metterei fine a tutto

 

Inspira, espira

Potremmo fuggire lontanissimo, ma poi come faremmo a dormire la notte?

 

Sto cercando le parole da dire al nostro ultimo saluto

Aggrappati alle flebili speranze che ho di sopravvivere

 

Abbandonati al piacere

Fallo durare in eterno

Aggrappati, aggrappati a tutto ciò che siamo

Abbandonati al piacere

Fallo durare in eterno

Aggrappati, aggrappati a tutto ciò che siamo

Abbandonati al piacere

Fallo durare in eterno

Aggrappati, aggrappati a tutto ciò che siamo

Abbandonati al piacere

Fallo durare in eterno

Aggrappati, aggrappati a tutto ciò che siamo

Abbandonati al piacere

Fallo durare in eterno

Aggrappati, aggrappati a tutto ciò che siamo

Abbandonati al piacere

Fallo durare in eterno

 

 

 

  1. Alesana – Catharsis, traduzione

Catarsi

 

Siamo all’atto finale

Vi prego di mettervi seduti, ecco il momento che stavate aspettando

Sarà un viaggio da sballo!

 

Il tuo cuore rivelatore batte, le menti instabili scendono

Ora basta cercare di raggiungerti, io sono il vuoto

Il nostro amore non unirà mai più la tua anima alla mia

Non capisci, il tempo è dalla mia parte, tesoro

Il tempo è dalla mia parte

E il tempo sta scadendo

 

Non credere alle imitazioni, bisogna bramare un capolavoro sotto all’inchiostro

Ci facciamo prendere dalla finzione, c’è ben più di quanto sembri a prima vista

 

Albeggia la fine

Tramonta il sole su un cordoglio silenzioso

Le nostre stelle che si allineano e gli universi distruggono il tempo

Mi oppongo alla realtà

 

Mi ricordo quando, amore mio, riuscivi a fermare il tempo con solo un sorriso

Risparmialo per il domani, amore mio

Mi pentirò di quelle parole per l’eternità

 

Ho ballato col nostro accusatore, uccisore fin dall’inizio

Ho scalato le pareti del Tartaro per un’ultima notte con te

Non capisci che siamo poesia ora, tesoro

Il tempo è dalla mia parte

E il tempo sta scadendo

 

Non credere alle imitazioni, bisogna bramare un capolavoro sotto all’inchiostro

Ci facciamo prendere dalla finzione, c’è ben più di quanto sembri a prima vista

 

Albeggia la fine

Tramonta il sole su un cordoglio silenzioso

Le nostre stelle che si allineano e gli universi distruggono il tempo

Mi oppongo alla realtà

 

Mi ricordo quando, amore mio, riuscivi a fermare il tempo con solo un sorriso

Risparmialo per il domani, amore mio

Mi pentirò di quelle parole per l’eternità

 

Albeggia la fine

Tramonta il sole su un cordoglio silenzioso

Le nostre stelle che si allineano e gli universi distruggono il tempo

Ti sei mai davvero visto senza uno specchio?

Ti sei mai davvero visto senza uno specchio?

Ti sei mai davvero visto senza uno specchio?

Ti sei mai davvero visto senza uno specchio?

 

Starò sognando, lascio cadere il pugnale, mi giro e ti vedo

Tu non puoi essere me

Io non posso essere te

 

Ah, Dio mio! Dove mi trovo?

Lasciatemi andare! Lasciatemi andare!

Salvatemi da quest’incubo!

Annabel?! Io non posso essere quella che giace lì!

 

Mia ‘Bel, lo sai che sei tu la causa di tutto ciò?!

Se non mi avessi lasciato lui non sarebbe impazzito

Se cerchi il perdono sei nel posto sbagliato

 

La bussola continua a girare

Cos’è che senti nello stomaco?

Prima un po’ di agitazione, ora un brivido che ti sale nella schiena

E ora sai che c’è qualcosa che non va

Qualcosa che si nasconde in agguato

Qualcosa che sbircia, sempre più vicino, sempre più vicino

Cerchi di non pensarci, cerchi di non pensarci

È qui!

 

Primo piano scoppiato nel nulla e la simmetria esplode

L’Artista manda un grido e la bellezza muore

La sua tela si strappa mentre il cavalletto brucia

Ha perduto tutto, in un singolo crudele istante l’esistenza spazzata via

L’umanità si è quantomeno accorta che veniva cancellato?

 

Ti sei mai davvero visto senza uno specchio?

Ti sei mai davvero visto senza uno specchio?

Ti sei mai davvero visto senza uno specchio?


Segui gli Alesana su Spotify.

Scopri tutte le nostre traduzioni a questa pagina! Le traduzioni degli altri album degli Alesana sono disponibili qui.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.